Salute

L'alimentazione corretta per sconfiggere il virus intestinale

Quando si è colpiti dal virus intestinale, il recupero della forma passa anche attraverso la corretta alimentazione. Ecco i consigli

Quando parliamo di virus intestinale o influenza intestinale ci si riferisce ad una vera e propria gastroenterite virale causata da un virus (non da una infezione o da batteri) della famiglia dei rotavirus per il quale non esiste un vaccino che permette di proteggersi in maniera preventiva. 

Virus intestinale - Sintomi

- dolori addominali
- nausea
- diarrea
- vomito
- dolori muscolari
- dolori ossei
- mal di testa
- congiuntivite o fastidio agli occhi
- febbre leggera 

Oltre a consultare un medico che possa capire la natura del malessere e prescrivere la giusta cura, bisogna necessariamente seguire delle precauzioni dal punto di vista alimentare. 

In fase acuta è meglio non mangiare ma bere solamente per evitare la disidratazione. Bere a piccoli sorsi, con un cucchiaio alla volta per capire se si riesce a trattenerli. Consigliate tisane e tè zuccherato. Ottima soluzione anche l'acqua ottenuta bollendo il riso con delle carote ed un po' di sale.

Durante la fase di recupero si devono evitare latte e derivati del latte. Meglio il riso della pasta. Sì alle feste biscottate ed anche al mais (facilmente digeribile). A causa dell'eccessiva presenza di fibre meglio reintrodurre a poco a poco frutta e verdura. 

Per quanto riguarda la frutta cominciare con le mele ed anche con i mandarini. Sì alle spremute di arancia che combatte stitichezza, crampi, coliche e diarrea. Va bene anche consumare petto di pollo o parmigiano che permettono di assimilare proteine e sali minerali. 

Virus intestinale - Altri consigli

- lavarsi spesso le mani
- non stare vicino a chi è malato
- utilizzare diversi asciugamani e biancheria
- fare attenzione all'uso di utensili, forchette, piatti e bicchieri

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'alimentazione corretta per sconfiggere il virus intestinale

PisaToday è in caricamento