Salute

Coronavirus, gli animalisti: "Il virus non viene trasmesso dai nostri amici a 4 zampe"

La Lega Nazionale per la Difesa del Cane teme abbandoni sull'onda della preoccupazione ed invita i cittadini alla calma

La Lega Nazionale per la Difesa del Cane vuole tranquillizzare la cittadinanza in merito ai nostri amici a 4 zampe ed il coronavirus. "Purtroppo - scrive in una nota - nel caos delle informazioni parziali e inesatte che sono state diffuse fino ad oggi, molte persone si sono convinte che il virus possa essere trasportato e veicolato dai nostri animali domestici e questo potrebbe portare a un elevato numero di abbandoni o rinunce di proprietà sulla scia del panico e dell’isteria collettiva che rischia di diffondersi. A tal proposito è bene ricordare quanto affermato molto chiaramente dall’Istituto nazionale di malattie infettive Spallanzani, dall’Istituto superiore della Sanità e dal Ministero della Salute su questo argomento: gli animali da compagnia non diffondono il nuovo coronavirus".

Ovviamente bisogna seguire le norme igieniche di base, come sempre del resto, e lavarsi le mani con acqua e sapone dopo aver interagito con gli animali e prima di portarsi le mani alla bocca o sul viso. La stessa norma va sempre seguita quando si maneggiano cibi crudi. L'associazione quindi invita quindi tutti i proprietari di animali a "non farsi prendere dal panico o da paure irrazionali che non hanno alcun fondamento scientifico. I nostri familiari a 4 zampe sono e restano sempre i nostri migliori amici".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, gli animalisti: "Il virus non viene trasmesso dai nostri amici a 4 zampe"

PisaToday è in caricamento