rotate-mobile
Mercoledì, 6 Luglio 2022
Salute

Giornata di sensibilizzazione contro l'angioedema ereditario: incontri al Santa Chiara

Al Santa Chiara il 21 maggio saranno fornite informazioni e chiarimenti agli interessati da questa rara e sottovalutata malattia

Il 21 maggio si celebra la Giornata di sensibilizzazione contro l'angioedema ereditario, malattia rara sotto diagnosticata e sottostimata, che provoca gonfiori nella cute, mucose e organi interni, con il problema che spesso viene confusa con le allergie. Uno dei 21 centri di riferimento italiani per tale patologia appartenenti alla rete Itaca è l'Aoup con l'Unità operativa di Immunoallergologia clinica diretta dalla professoressa Paola Migliorini. A Pisa si terrà il 21 maggio uno spazio di accoglienza ai pazienti, dalle 9 alle 13, all'Edificio 12 del presidio ospedaliero di Santa Chiara (primo piano) in cui verranno fornite informazioni e chiarimenti dagli specialisti della struttura.

Diffusa in modo uniforme tra uomini e donne, la malattia compare in genere entro i primi venti anni di vita. Colpisce circa un migliaio di persone nel nostro paese. Una malattia poco conosciuta che se non correttamente diagnosticata può portare alla morte. L'Angioedema day si celebra oggi, 18 maggio, volto a sensibilizzare e creare attenzione verso questa malattia gestita da diverse figure specialistiche, fra cui soprattutto allergologi, immunologi e internisti.

"Va posta molta attenzione ai sintomi, troppo spesso confusi con le allergie - afferma il professor Mauro Cancian, direttore dell’Allergologia dell’Azienda Ospedale Università di Padova - questo comporta che tale patologia venga sottostimata e non riconosciuta. L’angioedema ha una diagnosi semplice e quando i sintomi vengono riconosciuti, la profilassi continuativa permette di migliorare la qualità di vita dei malati. Per fortuna, in Italia da tempo abbiamo attivato un network di specialisti che si occupano di angioedema ereditario e hanno costituito Itaca, che raggruppa 21 centri distribuiti in maniera uniforme su tutto il territorio nazionale. Un’associazione che promuove ricerca medico-scientifica e collabora con l’Associazione dei pazienti affetti da Angioedema Ereditario ed altre Forme Rare di Angioedema (A.A.E.E.) cui fornisce un supporto clinico e orienta i pazienti verso strutture assistenziali in grado di affrontare con idonei standard qualitativi anche la gestione delle urgenze. L’Italia rappresenta un’eccellenza rispetto ad altri paesi, poiché grazie a questa rete garantisce diagnosi e cura, a differenza di altre nazioni, dove la mancanza di collaborazione tra gli specialisti rende più difficoltoso il percorso diagnostico e terapeutico per i pazienti. L’obiettivo dell’Angioedema day, in programma il 21 maggio, è proprio facilitare l’accesso al centro Itaca più vicino, dopo il periodo pandemico che ha ridotto la possibilità di fare controlli, per migliorare la gestione della malattia e la qualità di vita. Estendere e rafforzare le persone coinvolte alle conoscenze nel campo dell’angioedema e favorire la divulgazione in ambito assistenziale fra i malati e nella popolazione generale. I pazienti potranno recarsi nei Centri Itaca per una giornata dedicata esclusivamente a loro".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giornata di sensibilizzazione contro l'angioedema ereditario: incontri al Santa Chiara

PisaToday è in caricamento