rotate-mobile
Mercoledì, 29 Maggio 2024
Domotica

Lampade da comodino, vantaggi e svantaggi delle diverse tipologie

Oltre ad avere un valore funzionale, tali oggetti sono diventati negli ultimi anni veri e propri elementi di design

Nell'aspetto di una camera da letto un ruolo fondamentale è svolto dalle lampade da comodino. Queste, oltre ad essere funzionali, contribuiscono infatti a dare un tocco di design alla stanza. Per questo motivo il classico abat-jour ha seguito nel corso degli anni le tendenze e le mode di volta in volta in voga.

L'evoluzione delle lampade da comodino

Le lampade da comodino sono nate per permettere di illuminare la stanza senza doversi alzare dal letto. Nel corso degli anni il classico modello con piedistallo è stato sostituito da quello a parete, che permette di avere più spazio libero, o da quello con il braccio orientabile, ideale per chi ama leggere prima di addormentarsi. Le più recenti versioni tecnologiche includono anche porte usb o accensioni touch che consentono di regolare anche l'intensità della luce.

La luce ideale in camera da letto

La scelta della luce è fondamentale in un ambiente come la camera da letto, influendo sull'atmosfera e sulla qualità del sonno. Possiamo scegliere tra diverse opzioni:

  • luce calda: utilizzabile anche nel soggiorno o in sala da pranzo, crea un ambiente calmo grazie al colore giallo e al grado di calore che va da 2.700 a 3.000 gradi K;
  • luce fredda: il colore bianco permette di cogliere meglio i particolari, ma non è indicato per la camera da letto, in quanto ha un effetto negativo sulla qualità del sonno. Il colore tendente all'azzurro ha un grado di calore che va da 5.000 a 6.500 gradi K;
  • luce naturale: di colore bianco neutro, il suo grado di calore è di circa 4.000 gradi K. Questa luce, quindi, non è indicata per la camera da letto, mentre è ideale in cucina o in bagno;
  • luce colorata: utilizzata soprattutto nella camera dei più piccoli, le lampadine di questo tipo permettono di scegliere attraverso un telecomando il colore che si desidera. Tale luce non è però adatta alla lettura poiché affatica la vista.

Le tipologie di lampade da comodino

In commercio esistono numerose tipologie di lampade da comodino. Queste le principali:

  • abat-jour: formato da una lampada da tavolo con base e un paralume realizzato in differenti materiali come stoffa, vetro o policarbonato, ha il vantaggio di produrre una piacevole luce, ma presenta un ingombro che riduce lo spazio a disposizione sul comodino;
  • applique: pratica ed efficiente, questa lampada si installa alla parete in corrispondenza della testiera o di fianco al letto. Ideale nel caso in cui si abbia una camera da letto piccola e poco spazio sufficiente per inserire il comodino oppure se si vuole avere più spazio a disposizione sull'elemento d'arredo;
  • lampada da parete a braccio: pensata per orientare la luce in base alle esigenze, questo tipo di lampada permette di indirizzare il fascio di luce attraverso un braccio pieghevole e un corpo rotante;
  • lampada a sospensione: perfette se desideriamo un ambiente di design, questo tipo di lampada è molto elegante e dà un tocco in più alla camera da letto. Per sfruttarla al meglio deve essere posizionata in corrispondenza del comodino.
  • lampada da terra: diventata popolare negli ultimi anni, conferisce uno stile particolare alla stanza diffondendo allo stesso tempo una buona quantità di luce.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lampade da comodino, vantaggi e svantaggi delle diverse tipologie

PisaToday è in caricamento