rotate-mobile
Vendita e Affitto

Barbecue, come scegliere quello giusto tra i vari modelli: la guida

Scopriamo quale tipologia acquistare in base a quelle che sono le nostre esigenze

Le sere d'estate si addicono particolarmente a delle buone grigliate, in cui cucinare non solo della squisita carne, ma anche verdure e pesce così da accontentare i gusti di ogni commensale. Sul mercato esistono diversi modelli di barbecue, ciascuno dei quali adatto in base allo spazio a disposizione, alla frequenza di utilizzo ed al numero di persone per le quali dobbiamo cucinare.

Passione barbecue: come e dove costruire una griglia in muratura

I modelli di barbecue 

I barbecue presenti sul mercato sono principalmente di due tipi: in muratura e in metallo. Il primo, fisso, è ideale se si ha un ampio giardino e si suddivide nei seguenti tipi:

  • barbecue in muratura con cappa: perfetto se posizionato in corrispondenza di una canna fumaria, riesce ad aspirare tutti i fumi;
  • barbecue in muratura senza cappa: può essere costruito in un angolo del giardino. Fondamentale, però, è che i fumi della grigliata non disturbino i vicini;
  • barbecue in muratura con forno: oltre ad avere una griglia, ha anche un forno in cui cuocere contemporaneamente alla carne pane, pizza o altri piatti.

Il barbecue in metallo, a differenza di quello in muratura, non è fisso e può essere spostato in base alle necessità. In questo possiamo scegliere tra:

  • barbecue a carbonella o legna: piccoli e poco ingombranti, possono essere facilmente spostati grazie alla presenza delle ruote. Assicurano una cottura tradizionale in grado di esaltare il sapore e la consistenza dei cibi;
  • barbecue a gas: adatto a giardini e terrazzi di medie dimensioni, è facile da utilizzare in quanto il calore, solitamente, può essere regolato in base ai cibi da grigliare;
  • barbecue a gas con pietra lavica: una delle caratteristiche della pietra di origine vulcanica è la capacità di distribuire uniformemente il calore che proviene dal gas. In questo modo si avrà la stessa temperatura in ogni punto della griglia;
  • barbecue a pellet: in questo caso basta utilizzare una piccola quantità di pellet per riscaldare la griglia e mantenere il calore a lungo;
  • barbecue plancha o piastra: raggiunge la temperatura desiderata in pochi minuti e cuoce senza bisogno di aggiungere grassi e, soprattutto, non emette fumi, caratteristica che lo rende perfetto per essere utilizzato in città:
  • barbecue portatili elettrici: adatti agli ambienti più piccoli, possono essere utilizzati sul balcone ed anche all'interno, dato che non emettono fumi. Solitamente sono forniti anche di un coperchio, che permette anche di arrostire gli ingredienti.

Come pulire il barbecue

Il barbecue deve essere pulito dopo ogni suo utilizzo rimuovendo i residui di cibo con una spazzola con setole. Per la parte esterna, invece, è sufficiente utilizzare una spugna con acqua e detergente per piatti. Prima di procedere alla pulizia, nel caso di quello elettrico, dobbiamo attendere che il barbecue sia freddo. Nel caso in cui il barbecue sia invece alimentato con legna o carbone, questi devono essere spenti e freddi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Barbecue, come scegliere quello giusto tra i vari modelli: la guida

PisaToday è in caricamento