rotate-mobile
Ristrutturare

Imbiancare casa, come preparare le stanze da tinteggiare

Tutti gli accorgimenti necessari per evitare di sporcare e danneggiare l'abitazione durante i lavori

Quando si decide di imbiancare casa occorre organizzarsi in maniera adeguata. Prima di procedere alla tinteggiatura vera e propria di una stanza è infatti necessario prendere alcuni accorgimenti per evitare di rovinare mobili e pavimenti.

Preparare l'ambiente

Per prima cosa dobbiamo preparare l'ambiente all'imminente tinteggiatura. Esistono due modi:

  • copertura parziale: in questo caso spostiamo i mobili e copriamo soltanto quelli che rimangono nella stanza. Questa può sembrare la soluzione più rapida e conveniente, ma lasciare i pavimenti scoperti vuol dire correre il rischio che le gocce cadano sui mattoni costringendoci poi a ripulire tutto una volta finito;
  • copertura totale: il questo caso copriamo non solo i mobili, ma anche i pavimento e il battiscopa utilizzando del cartone o dei teli. In questo modo le macchie di tempera cadranno sulla copertura che verrà rimossa e gettata appena finito di imbiancare.

Preparare la stanza

Una volta pensato al tipo di copertura da utilizzare, dobbiamo liberare lo spazio nella stanza. Occorre quindi:

  • rimuovere oggetti e soprammobili: questi dovranno essere conservati all'interno di scatoloni da sistemare in altre stanze;
  • spostare mobili di piccole dimensioni: possiamo scegliere di spostare i mobili di piccole dimensioni in altre camere o su quelli più grandi per ridurre al minimo l'ingombro;
  • accatastare i mobili grandi e coprirli: non tutti gli arredi possono essere spostati dalla stanza. Per questo motivo dobbiamo radunarli al centro della camera lontano dalle pareti per riuscire a muoverci agevolmente. Per proteggerli dalla tempera e dalla polvere dobbiamo coprirli con un telo di nylon fermato con il nastro di carta;
  • liberare i muri da quadri e oggetti: per tinteggiare senza ingombri, dobbiamo rimuovere dalle pareti quadri, mensole o tende;
  • proteggere gli interruttori: le prese elettriche devono essere coperte con nastro carta;
  • coprire stipiti e battiscopa: tali superfici devono essere protette con il nastro carta. Così facendo non solo risparmieremo il tempo della pulizia, ma potremo lavorare liberamente senza la preoccupazione di sporcare;
  • scollegare le lampade a parete: in generale le applique si possono smontare e le parti che rimangono alla parete possono essere coperte con il nastro carta. Se i lampadari non possono essere rimossi, basterà coprirli con un telo;
  • stuccare i buchi: se abbiamo voglia di cambiare la disposizione di mensole e quadri, prima di iniziare ad imbiancare dobbiamo rimuovere i tasselli. A questo punto si devono stuccare i buchi e lo stucco, una volta asciugato, dovrà essere cartavetrato per rendere la parete liscia.

Proteggere i pavimenti

Prima di iniziare con la tinteggiatura il pavimento deve essere coperto. Possiamo utilizzare:

  • pezzame riciclato: perfetto per assorbire le macchie di tempera, è facile da reperire ed ha un costo contenuto:
  • cartone sottile: consigliato per pavimenti di mattonelle, ha un basso costo;
  • cartone ondulato: più spesso e resistente rispetto a quello sottile, è indicato per il parquet o il marmo in quanto traspirante:
  • teli plastica sottile: rappresentano la soluzione più economica, ma sono poco resistenti strappandosi facilmente;
  • teli plastica rigida: più costosi rispetto al cartone, sono più pratici da utilizzare e, se necessario, possono essere lavati.
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Imbiancare casa, come preparare le stanze da tinteggiare

PisaToday è in caricamento