Cucina, come eliminare i cattivi odori: trucchi e consigli

Scopriamo come rendere l'ambiente pulito e profumato

All'interno della cucina, soprattutto dopo la preparazione di alcuni alimenti, possono rimanere a lungo dei cattivi odori. Attraverso alcuni accorgimenti e rimedi naturali, tuttavia, è possibile rendere l'ambiente nuovamente profumato in tempi rapidi.

Eliminare l'odore di grasso

Per eliminare l'odore di grasso basta usare due bicchieri di aceto bianco da far scaldare in una pentola, capaci di eliminare ogni residuo. L'aceto, inoltre, può essere utile anche per lavare pentole e padelle incrostate.

Eliminare i residui di spazzatura

Molti di noi lasciano spesso la busta della spazzatura nella pattumiera sotto il lavello della cucina. Un'abitudine, questa, che può contribuire a diffondere all'interno della stanza un odore penetrante e sgradevole. Per risolvere questo problema, basta sistemare in fondo alla busta un po' di bicarbonato di sodio insieme a qualche goccia di limone.

Cucinare e pulire nello stesso momento

Mentre si cucina ci si dovrebbe ricordare di pulire regolarmente le stoviglie usate e le superfici che sono venute a contatto con i cibi. Così facendo si evita di impregnare l'ambiente di odori cattivi e di grasso.

Attenzione al tubo di scarico

Il tubo di scarico, durante il lavaggio dei piatti, è soggetto ad intasarsi: di conseguenza è preferibile gettare con cura gli avanzi nel secchio della spazzatura prima di riporre le stoviglie nel lavandino. Per eliminare anche i residui di grasso più ostinati, si consiglia di utilizzare tre bicchieri di acqua bollente e un cucchiaino di bicarbonato di sodio, da mescolare e versare nelle tubature.

Mani pulite e profumate

Non solo superfici e piatti, ma anche le mani devono essere messe al riparo dagli odori sgradevoli. Alcuni cibi, come l'aglio, il pesce o la cipolla, impregnano infatti le dita: per risolvere rapidamente il problema basta strofinare le mani con mezzo limone.

Un forno a microonde come nuovo

Per rendere come nuovo il microonde basterà utilizzare il limone: bisogna semplicemente tagliarlo in quattro spicchi da sistemare in un recipiente di vetro con dell'acqua calda e il vapore farà il resto, sciogliendo ogni residuo di grasso. Per una pulizia completa non si può inoltre rinunciare ad un panno imbevuto di aceto.

Gli odori del tagliere

Il tagliere, se non pulito regolarmente, può diffondere nell'aria un odore poco gradevole. Per renderlo pulito e profumato basta utilizzare del succo di limone mescolato con un pizzico di sale.

Aromi in cucina

Se si vuole diffondere un aroma particolare nell'ambiente, ci si può affidare ad un semplice chicco di caffè: una volta sistemato in cima al frigo, l'inconfondibile odore si diffonderà ovunque. In alternativa si può usare un batuffolo di cotone imbevuto di vaniglia e riporlo in un angolo della cucina.

Prendersi cura delle spugne

Le spugne sono utilizzate di continuo in cucina ed è inevitabile che vengano in contatto con scarti, residui e macchie varie. Prima di usarle per il normale lavaggio dei piatti, dunque, dovrebbero essere pulite con cura. È sufficiente passarle per qualche secondo sotto l'acqua corrente lasciandole poi asciugare al sole.

Eliminare i cattivi odori dal frigorifero

All'interno del frigorifero si accumulano spesso odori poco gradevoli. Per ripulire i suoi ripiani acqua e aceto sono perfetti, mentre il limone, diviso in quattro spicchi e posizionato al suo interno, permetterà di assorbire qualsiasi aroma.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Frigorifero, come scegliere quello giusto: la guida

  • Eliminare la ruggine dai cancelli, trucchi e consigli

Torna su
PisaToday è in caricamento