rotate-mobile
Sicurezza

Grondaie, tipologie e materiali: la guida completa

Tali strutture permettono di indirizzare l'acqua piovana nei punti di raccolta in modo da prevenire perdite e umidità

All'esterno delle abitazioni un ruolo fondamentale è svolto dalle grondaie, che consentono di indirizzare l'acqua piovana nei punti di raccolta in modo da prevenire perdite e umidità, impedendo che l'acqua venga trattenuta dalle fondamenta. 

Queste possono essere realizzate con diversi materiali e ne esistono numerosi modelli, ciascuno dei quali pensato per rispondere a specifiche esigenze.

Eliminare e smaltire in sicurezza l'amianto: la procedura da seguire

Grondaie, i modelli

Le grondaie possono essere realizzate in varie forme, dalle quali dipende la loro funzionalità. Sul mercato possiamo trovare:

  • grondaie ondulate;
  • grondaie quadrate;
  • grondaie tonde;
  • grondaie semitonde.

Le grondaie, per essere efficienti, devono essere completate da altri elementi, tra cui:

  • grondaie aperte: disposte in orizzontale, raccolgono l'acqua e la incanalano verso i discendenti;
  • tubi di scarico: solitamente sono chiusi e possono essere a sezione tonda o quadrata;
  • accordi: elementi di fissaggio.

Come smaltire i rifiuti ingombranti: la guida

Grondaie, i materiali

Questi i materiali con cui possono essere realizzate le grondaie:

  • alluminio: leggero e resistente, ha bisogno di poca manutenzione. Questo materiale non si ossida e, per tale motivo, è molto utilizzato nelle zone vicino al mare. Può essere utilizzato sia al naturale che tinteggiato, così da ottenere un effetto decorativo. L'alluminio, tuttavia, ha un elevato costo ed è difficile ripararlo;
  • rame: esteticamente intrigante, è estremamente costoso. Tale aspetto può essere compensato dalla resistenza e dalla durata nel tempo: una grondaia realizzata con questo materiale, infatti, può resistere fino a 50 anni senza grandi manutenzioni;
  • lamiera zincata: materiale economico, viene sottoposto a zincatura per evitare la formazione di ruggine. Non può essere saldato, ma solo fissato tramite bulloni, altrimenti perderebbe la sua funzione protettiva;
  • PVC: di facile montaggio, è resistente all'usura e al maltempo come pioggia e grandine. Ha una durata media di circa 15 anni;
  • acciaio galvanizzato: materiale molto economico, capace di resistere al tempo e alle intemperie. Facile da montare, basta assemblare i singoli componenti e utilizzare una guarnizione di silicone per assicurarne la tenuta;
  • acciaio laccato: più costoso dell'acciaio zincato, ha le stesse funzioni, ma ha in più una resa estetica migliore.
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Grondaie, tipologie e materiali: la guida completa

PisaToday è in caricamento