rotate-mobile
Sabato, 4 Dicembre 2021
Sicurezza

Porta blindata, tipologie e come installarla

Indispensabile per evitare intrusioni esterne, contribuisce a isolare termicamente e acusticamente l'appartamento

Per vivere in sicurezza all'interno della nostra abitazione è necessario dotare l'appartamento di una porta blindata. Questa, grazie alla sua struttura rinforzata, è infatti utile per tenere lontani ladri e scassinatori, contribuendo inoltre ad evitare che si disperda il calore dei termosifoni durante la stagione invernale e ad assorbire i rumori esterni. Sul mercato sono presenti numerosi modelli di porta blindata, tutti realizzati in materiale ignifugo per impedire che, in caso di incendio, le fiamme possano propagarsi. 

Questo tipo di serramento è sì costoso, ma permette di ridurre le spese in bolletta. Inoltre è possibile approfittare delle detrazioni fiscali, con riduzioni che arrivano fino al 50% per lavori di ristrutturazione.

Porta blindata, i livelli di sicurezza

Le porte blindate si distinguono per la classe di sicurezza:

  • Classe 1: livello di sicurezza basso, per scassinare i serramenti non servono attrezzi specifici, ma basta la sola forza fisica. Questo modello è indicato per gli appartamenti presenti in condomini dal basso rischio criminalità.
  • Classe 2: leggermente più sicura rispetto alla precedente, per scassinarla si ha bisogno di attrezzi quali cacciaviti e tenaglie. Utilizzata negli edifici industriali e nelle zone in cui il rischio di furto è basso.
  • Classe 3: garantisce un livello di protezione più alto, in quanto non è semplice forzarla. Viene installata in edifici industriali in cui ci sono oggetti di valore oppure villini isolati. Questo modello assicura inoltre una protezione termica e acustica maggiore.
  • Classe 4: presente negli appartamenti situati in zone in cui il rischio furti è più alto o nelle attività commerciali. Di solito ha una serratura con cilindri europei, più efficienti di quelli tradizionali.
  • Classe 5: resistente ad attrezzi come i trapani, viene installata dove il rischio criminalità è più frequente e nelle strutture in cui la protezione è importante, come, ad esempio, le banche o le villette isolate.
  • Classe 6: è la classe più alta e resiste anche agli attacchi realizzati con strumenti specifici. Si tratta della soluzione adottata nelle villette isolate, nelle banche e in tutte quelle zone che sono ad alto rischio.

Come installare una porta blindata

Le porte blindate vengono solitamente installate direttamente dalla ditta dove le abbiamo acquistate, ma se siamo esperti di fai da te possiamo procedere anche in autonomia. Per montarle abbiamo bisogno del telaio, del coprifilo e dell'attrezzatura specifica come la livella, i trapani e il filo di piombo.

Una volta rimossa la vecchia porta, prima di montare la nuova dobbiamo posare il telaio. L'anta della porta blindata è molto pesante e, di conseguenza, la parete deve essere rinforzata con una rete metallica da ancorare attraverso una zanca d'acciaio di 25-30 cm e fissata con il cemento a presa rapida. 

Dopo di che dobbiamo posizionare la porta per valutarne l'ingombro e segnare i punti in cui forare il telaio. La parete deve essere liscia: nel caso in cui ci siano delle imperfezioni, basta passare un foglio di carta vetrata.

Per far combaciare perfettamente la porta e il telaio dobbiamo utilizzare poi una livella. Quando è perfettamente in linea possiamo fissarla con delle viti da porre sul perimetro esterno, che verranno bloccate nella parte interna con dei dadi dotate di rondelle. Per avere un lavoro pulito, il telaio deve essere rifinito con una copertura per nascondere i punti di fissaggio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Porta blindata, tipologie e come installarla

PisaToday è in caricamento