menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Finisce il 2020: i 10 fatti che raccontano l'anno

Ripercorriamo le vicende che hanno caratterizzato e segnato gli ultimi 12 mesi

Elezioni: Betti conquista Cascina, Giani al vertice della Regione

michelangelo betti-2

Settembre è il mese delle elezioni. I cittadini toscani sono chiamati ad eleggere il nuovo governatore, i residenti del Comune di Cascina invece devono rinnovare la Giunta. Il 20 e 21 del mese va in scena la sfida tra Eugenio Giani, candidato del centrosinistra, e Susanna Ceccardi, espressione del centrodestra. La lotta alla vigilia sembra serrata, ma le urne restituiscono invece un risultato molto più definito: Giani succede a Rossi alla guida della Toscana con oltre sei punti percentuali di distacco dalla contendente del centrodestra.

A Cascina invece si va al ballottaggio, come da previsione. Nel primo turno del 20-21 settembre si delinea il testa a testa tra Michelangelo Betti, candidato del PD, e Leonardo Cosentini, sostenuto dal centrodestra. Il divario tra i due candidati è già profondo, con circa 10 punti di vantaggio per Betti. Nel ballottaggio decisivo del 4 ottobre Michelangelo Betti conferma il vantaggio e riconquista per il centrosinistra la Giunta di Cascina con il 59% delle preferenze dopo la parentesi rappresentata da Susanna Ceccardi e Dario Rollo.

Omicidio sull'argine dell'Arno a Castelfranco

Nel pomeriggio del 27 settembre viene ritrovato il corpo di un uomo lungo l'argine dell'Arno a Castelfranco. Dai primi riscontri delle forze dell'ordine si tratta di un omicidio. L'uomo, dell'apparente età di 40 anni, era vestito con una tuta sportiva e non aveva con sé documenti né telefono cellulare. Sono stati alcuni passanti a notare il corpo e a dare l'allarme.

Le indagini portano prima di tutto a ricostruire l'identikit della vittima: si tratta di Roberto Checcucci, un 50enne residente a Fucecchio, colpito a morte da numerose coltellate. Circa un mese dopo viene individuato il presunto autore del delitto: il vicino di casa di Checcucci, 53enne incensurato, di origini siciliane ma da molti anni residente nello stesso comune fiorentino della vittima. 

Alla base del delitto ci sarebbero le cattive relazioni condominiali, con un episodio in particolare che ha riguardato il fratello della vittima, un anno e mezzo fa. Risale ad allora un incidente in un'area condominiale, dove questi fu investito con l'auto dall'arrestato, episodio che causò un brutto infortunio ad una gamba al malcapitato, con la pratica dell'assicurazione che recentemente si è risolta con un sostanzioso risarcimento. La confessione arriva soltanto il 20 dicembre.

La moschea si farà

progetto moschea porta a lucca pisa-2

Moschea sì, moschea no. Il tema è centrale nel programma politico dell'amministrazione guidata da Michele Conti e molto caro a tutto il centrodestra che sostiene la Giunta di Palazzo Gambacorti. La posizione è netta già dal 2018: niente moschea a Porta a Lucca, dove si trovano i terreni acquistati dalla comunità islamica pisana. Lo scontro 'muro contro muro' con il centrosinistra, compatto attorno alle possibilità che il luogo di culto venga edificato, è totale.

I toni si alzano quando i terreni interessati dal progetto vengono inseriti e vincolati all'interno della variante urbanistica legata alla riqualificazione dell'Arena Garibaldi. La comunità islamica presenta il ricorso al Tar, che ne accoglie le istanze e ordina che la moschea venga costruita a Porta a Lucca. La sentenza apre una breccia a Palazzo Gambacorti, che si dice disponibile a valutare una soluzione condivisa: infatti il Comune rinuncia al ricorso al Consiglio di Stato e anche la Soprintendenza a novembre dà il suo via libera.

Esplode una cisterna in Fi-Pi-Li

Un inferno di fuoco e fiamme. La mattina del 6 novembre la Fi-Pi-Li si presenta così a chi percorre il tratto compreso tra San Miniato ed Empoli: secondo quanto riportato da AVR, che gestisce l'arteria stradale, l’incidente è stato causato appunto da una autocisterna che viaggiava in direzione Firenze che ha urtato il new jersey e perso la cisterna di gasolio che stava trasportando. Il contenitore è scivolato sull’altra carreggiata ed è divampato l’incendio. Il tratto di superstrada è stato chiuso in entrambe le direzioni provocando moltissimi chilometri di code.

Fortunatamente l'incendio non ha provocato criticità ambientali e la circolazione è stata ripristinata sul finire della giornata, al termine degli interventi di spegnimento dell'incendio e bonifica della strada.

Maltrattamenti ai bambini: condannate le maestre dell'asilo del Cep

Il 14 dicembre si chiude la dolorosa vicenda dei maltrattamenti ai bambini della scuola d'infanzia del Cep, iniziata con l'arresto di una delle maestre della struttura da parte dei Carabinieri avvenuto il 4 febbraio 2016. Gli inquirenti iscrivono nel registro degli indagati anche due colleghe della maestra arrestata. La vicenda si chiude soltanto nell'arco di quattro anni. Nel 2017 Marcella Ricci, con il patteggiamento, viene condannata a una pena di 1 anno e 10 mesi. E pochi giorni fa è arrivata anche la sentenza per Sonia Ori e Donatella Castiglioni: la prima è stata condannata a 3 anni e 6 mesi, per la seconda maestra invece 2 anni con sospensione della pena.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Riaperto il Museo della Geotermia di Larderello

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PisaToday è in caricamento