rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cronaca

Sicurezza: da lunedì 15 militari in più per le 'Strade sicure'

L'annuncio dal prefetto Visconti. Il sindaco: "Un nuovo segnale di attenzione". Scettico il Silp Cgil: "Necessari più agenti di Polizia"

Da lunedì arriveranno a Pisa 15 militari in più dell'operazione 'Strade sicure' in sostegno alle forze dell'ordine impegnate per la sicurezza della città. L'annuncio è stato dato direttamente sulla pagina Facebook dal prefetto di Pisa Attilio Visconti, che sottolinea come sia stato premiato lo sforzo congiunto di Prefettura e Comune.

"E' un aiuto significativo e un nuovo segnale di attenzione, dovuto all'azione concorde delle istituzioni e alle istanze che vengono dalla nostra comunità. Insisteremo nel chiedere il potenziamento degli organici delle forze dell'ordine, assolutamente necessario. Lo faremo giovedì prossimo quando sarà a Pisa il viceministro Filippo Bubbico a parlare della nuova legge sulla sicurezza urbana nel confronto promosso dall'Anci" ha commentato il sindaco Marco Filippeschi.

La notizia però solleva lo scetticismo nel Silp Cgil. "L'arrivo di 15 militari - afferma il segretario provinciale Claudio Meoli - deve farci interrogare rispetto a quale tipo di modello di sicurezza urbana si intenda mettere in atto a Pisa come altrove. L'impiego di simili risorse, alternative ad un progetto serio e reale di rinforzo dei presidi di Polizia, oltre a dover essere affidato all'Autorità di P.S. che ha funzioni di coordinamento e indirizzo non lo si deve rappresentare quale un vero e proprio supporto alle forze di polizia".

"Infatti detti contingenti, non interagendo sul versante info-investigativo - spiega Meoli - circoscrivono il loro agire alla vigilanza di particolari aree o obiettivi, cosa ben diversa rispetto al contrasto vero alla criminalità che inizia con la prevenzione e con il mantenimento del controllo del territorio che, in un tessuto come quello pisano e nonostante l'impiego di militari non evita che si commettano troppi reati predatori quali furti, scippi e rapine. Servono progetti di investimento per le forze di polizia sul territorio, deve aumentare la loro presenza a presidio del territorio, occorrono più uomini, più risorse ed equipaggiamenti specifici al passo con i tempi".

"Il Ministro dell’Interno proprio ieri nel pubblicizzare l’incremento nell’impiego di militari del progetto 'Strade Sicure' - afferma ancora il segretario del Silp Cgil - ha specificato che ciò è finalizzato a due scopi: presidiare gli obiettivi e liberare le forze di polizia a beneficio dei servizi di prevenzione esterni, che equivale a dire incremento di volanti 113 a presidio della città. Se si vuole affrontare concretamente il problema della sicurezza e della sua percezione occorre quindi aumentare la presenza di agenti sul territorio e presidiare le zone più critiche magari riorganizzando gli uffici e i servizi degli Uffici delle forze di Polizia in modo tale da recuperare operatori da mettere su strada, magari approfittando dell'assegnazione di questi 15 militari in più che arriveranno da lunedi impiegandoli al posto di poliziotti e carabinieri addetti alla vigilanza di caserme e di edifici governativi. Altre strade non sono percorribili".

CONVEGNO NAZIONALE ANCI SULLA SICUREZZA URBANA Appuntamento giovedì prossimo, 12 maggio, alle ore 10.30, presso l’auditorium della Prefettura di Pisa, per il convegno nazionale Anci sulla sicurezza urbana. Tra i partecipanti il viceministro all'interno Filippo Bubbico, il presidente regionale dell'Anci e sindaco di Prato Matteo Biffoni, il prefetto di Pisa Attilio Visconti, il sindaco di Pisa e delegato Innovazione tecnologica e attività produttive Anci Marco Filippeschi, l’assessore Sicurezza urbana e Polizia Municipale di Firenze Federico Gianassi, il sindaco di Piacenza e presidente Forum Italiano Sicurezza Urbana Paolo Dosi, il sindaco di Reggio Calabria, subdelegato Gestione dei beni confiscati e Legalità Anci Giuseppe Falcomatà.
Si discuterà della proposta di legge che il Ministero dell'Interno ha discusso con ANCI per la sicurezza urbana che prevede maggiori poteri ai sindaci ed alle amministrazioni comunali per fornire nuovi strumenti di lotta e di contrasto nei confronti di quei comportamenti che causano degrado come l'abusivismo nei parcheggi, le ripetute infrazioni alle regole di esercizi e commercianti abusivi che promuovono l'abuso di alcolici, i vandali che scrivono sui muri, la contraffazione e l’abusivismo commerciale, nonché misure di intervento verso i luoghi che, per la loro situazione di degrado, favoriscono l'insorgere di fenomeni che contrastano con le leggi e con il diritto alla sicurezza dei cittadini.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza: da lunedì 15 militari in più per le 'Strade sicure'

PisaToday è in caricamento