rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Cronaca

Il galeone rosso torna in acqua: a Genova per la 65° Regata delle antiche Repubbliche marinare

L'imbarcazione pisana sfiderà i padroni di casa, Amalfi e Venezia domenica 19 dicembre nell'edizione straordinaria del 2021

E' tutto pronto: equipaggio, armo, attrezzatura, supporti logistici e figuranti del corteo storico. La tradizione legata alle antiche Repubbliche marinare sta per tornare tra la gente, dopo lo stop forzato del 2020, dovuto alla pandemia scatenata dal Coronavirus. Sabato 18 e domenica 19 dicembre Genova ospiterà la 65° edizione della manifestazione. Per ovviare alle misure anticontagio e favorire un afflusso ordinato degli spettatori, la cerimonia è stata suddivisiva in due giornate: sabato dalle ore 15 nel capoluogo ligure muoverà il corteo storico delle quattro città, domenica invece dalle 11 si provvederà alle operazioni che porteranno alla partenza della regata, prevista per le 12.30.

"Finalmente riparte una manifestazione che rappresenta uno dei perni sui quali ruota l'azione della nostra amministrazione per quel che riguarda la valorizzazione della tradizione e della cultura pisana" sottolinea l'assessore alle Tradizioni storiche Filippo Bedini. "Prima di Natale, in via straordinaria, andrà in scena l'edizione 2021 - prosegue l'assessore - poi nella prossima estate recuperermo la regata di Amalfi, cancellata lo scorso anno, e ospiteremo sulle acque dell'Arno quella del 2022. Crediamo molto nella valorizzazione della rievocazione storica: l'amministrazione in questi anni ha investito molto, in termini di risorse e di professionisti, per far crescere la consapevolezza che l'identità e la tradizione contenute nel corteo storico vanno a braccetto con la parte sportiva della manifestazione".

Bedini prosegue elencando le prossime azioni del Comune di Pisa: "Abbiamo in cantiere il pieno recupero del primo galeone rosso in legno, risalente all'edizione del 1955. E porteremo a termine anche un approfondimento storiografico sulla manifestazione. All'equipaggio che tra pochi giorni scenderà in acqua non mi resta che fare i migliori auguri, da parte dell'intera città, donando loro il volume 'Pisa. Identità e tradizioni' curato da Gabriella Garzella e Giuseppe Meucci, in segno di buon auspicio".

La regata si svolgerà sulla lunghezza classica dei 2mila metri: il primo quarto di gara si svolgerà in mare aperto prima di fare ingresso nel Porto genovese. "Abbiamo lavorato molto nel corso dell'ultimo anno - sottolinea il direttore tecnico del galeone rosso Tommaso Antoni - abbiamo convissuto con molti cambiamenti, tutti positivi: il nuovo capannone sul canale dei Navicelli, che ci ha ospitato anche per tutte le sedute di allenamento, la nuova attrezzatura, diverse novità anche nella logistica. Abbiamo impiegato il tempo nella creazione di un gruppo fortemente rinnovato, nel quale troviamo un nucleo composto da atleti molto esperti, attorniato da tanti elementi giovani e molto promettenti, che ci auguriamo possano riportare la vittoria a Pisa".

Un augurio condiviso dall'allenatore Massimiliano Landi: "Andremo a Genova con un gruppo ampio, per far assaporare anche alle riserve il sapore della manifestazione. Con tre regate nell'arco di meno di un anno sicuramente ci sarà la possibilità, per tutti, di partecipare. Inoltre, nonostante la giovane età media, l'equipaggio presenta già alcuni profili di spicco. Torre Niels ed Emanuele Giarri, infatti, sono andati a medagli nei Campionati del mondo dei pesi leggeri nella categoria Singolo e 4 di coppia".

Questo l'equipaggio che nel fine settimana prenderà parte alla regata: Gabriele Ciulli (timoniere), Emiliano Ceccatelli (capovoga), Matteo Pedani, Leonardo Paoli, Emanuele Giarri, Francesco Vanni, Torre Niels, Daniele Sbrana, Mirko Barbieri, Alessandro Ciucci (riserva), Simone Barandoni (riserva), Alessandro Bernardini (riserva), Andrea Pazzagli (riserva).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il galeone rosso torna in acqua: a Genova per la 65° Regata delle antiche Repubbliche marinare

PisaToday è in caricamento