Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca Pontedera

Pontedera, 'Abitare fuori del Ponte': "Adesioni incoraggianti"

Molti i cittadini che hanno aderito al percorso per dare il proprio contributo per cercare di rendere migliore la vita del quartiere

Entra nel vivo il percorso partecipativo Abitare Fuori del Ponte, promosso dal Comune di Pontedera, finanziato dalla Regione Toscana (Autorità per la garanzia e la partecipazione) e sostenuto dalla Consulta del Quartiere Fuori del Ponte, dalla Azienda Pisana Edilizia Sociale (APES) e dalla Associazione di Promozione Sociale 'CasaValdera'.

Nei pomeriggi di sabato 21 maggio e domenica 22 maggio dalle 15.30 in poi i partecipanti al percorso si incontreranno nei locali messi a disposizione da associazioni del quartiere e da APES in incontri ristretti che avranno al centro il racconto di sè e del quartiere. I partecipanti, facilitati da Comunità Interattive-Officina per la Partecipazione, garante e incaricata di gestire il percorso, si conosceranno fra loro raccontando le loro storie, la loro vita nei condomini, si presenteranno e si conosceranno con l'obiettivo di superare le diffidenze e far nascer e rafforzare relazioni positive di vicinato e di quartiere. Nella seconda parte dell'incontro, racconteranno il Quartiere Fuori del Ponte, come lo vivono, come lo percepiscono. Attorno alla mappa del quartiere racconteranno i luoghi che amano e quelli che percepiscono come degradati, quelli che vorrebbero vedere rigenerati per poterli frequentare, quello che c'è e quello che invece manca in relazione ai loro bisogni e in rapporto a questo indicheranno i luoghi apponendo sulla mappa bollini di colori diversi. Gli esiti del lavoro dei gruppi di cittadini, verranno raccolti nella 'Guida del Partecipante' che verrà loro distribuita come conoscenza prodotta collettivamente, prima dei prossimi incontri che si terranno nel mese di giugno e che vedranno i partecipanti chiamati a passare dai racconti alla fase delle proposte. Proposte e progetti per l'utilizzo degli spazi dismessi e per l'animazione del Quartiere anche con il loro individuale coinvolgimento.

Ad oggi hanno manifestato la volontà di aderire al percorso 142 persone che gli organizzatori ipotizzano di suddividere in 4/5 gruppi formati da circa 30 persone. I luoghi di incontro saranno il portierato sociale del nuovo plesso di Edilizia Sociale in via Martin Luther King, i locali di Auser Verde Argento presso la Casa del Mutilato,  la Palestra Circo Capovolta del Circolo Bertelli e le Casine di Legno del Giardino Baden Powell per i ragazzi tra i 10 e i 14 anni.

E' possibile manifestare la propria disponibilità agli incontri attraverso l'ufficio Casa del Comune di Pontedera  (referente Roberto Chiarugi 0587.299225) e attraverso Comunità Interattive-Officina per la Partecipazione (Antonella Giunta 3292969906 dalle 17 alle 20 tutti i giorni). Inoltre è attiva la pagina fb 'Abitare fuori del ponte - Pontedera'.

"Il numero delle adesioni è incoraggiante - dice Marco Cecchi, assessore al Sociale e alle Politiche Abitative del Comune di Pontedera - evidentemente in tanti sperano di contribuire positivamente alla vita del quartiere e dei condomini nei quali vivono. Vedremo come raccogliere le proposte e le energie che si manifesteranno in questi incontri".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pontedera, 'Abitare fuori del Ponte': "Adesioni incoraggianti"

PisaToday è in caricamento