Monteverdi, processo per abusi edilizi: anche il sindaco indagato

I fatti risalgono a tre anni fa e riguardano la trasformazione di annessi agricoli in abitazioni e il restauro e l'ampliamento di ruderi: le concessioni, secondo l'accusa, non tenevano conto dei vincoli paesaggistici

SI è aperta ieri l'udienza preliminare nel tribunale di Livorno sui presunti abusi edilizi nel comune di Monteverdi Marittimo. I fatti risalgono al 2008 quando l'inchiesta portò al sequestro di 12 fabbricati da parte della Forestale. Nel mirino degli inquirenti la trasformazione di annessi agricoli in abitazione e il restauro e l'ampliamento di ruderi tutti all'interno dello stesso piccolo comune del pisano, dove abitano 700 persone.

Il sostituto procuratore, al termine dell'inchiesta del Corpo Forestale, aveva chiesto il rinvio a giudizio per 90 persone dopo avere archiviato altre 20 posizioni. Tra gli imputati c'é l'attuale sindaco di Monteverdi, Carlo Giannoni, che all'epoca dei fatti era responsabile dell'ufficio tecnico. Gli altri imputati sono funzionari, progettisti, semplici proprietari degli ex ruderi, che devono rispondere a vario titolo di falso, abuso d'ufficio e abusi edilizi. Le concessioni, secondo l'accusa, non tenevano conto dei vincoli paesaggistici e idrogeologici imposti dalle leggi, in particolare quella regionale sull'urbanistica. (fonte Ansa)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cisanello, tragico tamponamento tra auto: neonato perde la vita

  • Lungarno Pacinotti: cede la paratia e precipita dalle spallette

  • Muore in bici travolto da un'auto

  • Travolto in bici da un'auto: la vittima aveva 22 anni

  • A Marina di Pisa sbarca il 'tempio' degli hamburger di qualità

  • Cosa fare a Pisa nel weekend: gli eventi del 15 e 16 febbraio

Torna su
PisaToday è in caricamento