Alta formazione: è nata l'Accademia Teatrale Città di Pisa

Il progetto formativo è uno dei pochi in Italia riconosciuto dal Miur. Avrà sede nel Teatro Nuovo con spazi del Dopolavoro Ferroviario

"Il teatro lo devono insegnare gli attori. Non c'è altro modo. Pisa prima d'ora non aveva una vera scuola di teatro, sono solo 5 o 6 in Italia. Questa accademia sarà un'eccellenza, fatta da professionisti e studio; una grandissima squadra". Con queste parole l'attore e regista Antonio Salines ha chiuso la presentazione, avvenuta oggi 3 ottobre a Palazzo Gambacorti, dell'Accademia Teatrale Città di Pisa, il nuovo progetto di alta formazione appena lanciato all'ombra della Torre. Salines è il presidente d'eccezione, da 50 anni direttore artistico del Teatro Belli di Roma ed insignito quest'anno del premio Maschera d'Oro.

L'Accademia ha sede al Teatro Nuovo in Piazza della Stazione ed userà per le lezioni i rinnovati locali del Dlf. E' una scuola di alta formazione riconosciuta dal Ministero dell'Istruzione, equiparabile ad un master universitario di primo livello. "Al termine del percorso di studi - ha spiegato il direttore organizzativo Carlo Scorrano - viene rilasciato un diploma riconosciuto in Italia e nel resto d'Europa. Il biennio è un corso intensivo e multidisciplinare per la formazione artistica, tecnica e professionale, il terzo anno è invece di specilizzazione e prevede la formazione di una compagnia di giro dei giovani allievi". 

Sono 20 i posti disponibili, si può fare domanda fino al 25 ottobre. "Abbiamo ricevuto 15 iscrizioni - ha detto Scorrano, direttore anche del Teatro Nuovo - credo che dai 16 ai 20 partecipanti sia il numero giusto per avere variabilità e rapporto con gli insegnanti. Si stima che a Pisa siano 1.500 gli allievi di corsi teatrali amatoriali o semi-amatoriali, speriamo di avere un buon successo". 

Un teatro che c'è, a Pisa, ma che non aveva lo sbocco formativo d'eccellenza. E' quello che ha sostenuto anche l'ideatrice, insegnante e direttrice artistica dell'Accademia, l'attrice Cristina Sarti: "Mi sono laureata a Pisa in Scienze Politiche, poi la passione per il teatro è stata più forte. Avevo già notato in città la presenza di laboratori, di attività di qualità, ma non vedevo possibilità ulteriori. Pisa è il cuore dell'Accademia, una città così vivibile, ricca di bellezze e prestigio universitario è il contesto migliore per il progetto, che vogliamo abbia respiro nazionale". 

Lo scopo sarà formare attori, calati nella contemporaneità: "L'approccio non è quello di insegnare - ha spiegato Sarti - ma di liberare. L'attore è un vettore. Il primo anno ci sarà il disciplinamento, per avere autenticità, solo dopo si lavorerà sui personaggi. Ci saranno tirocini, anche per tecnici, ufficio stampa, organizzazione... ognuno scoprirà le sue attitudini ed in generale è importante avere conoscenze il più possibile diffuse, anche solo per saper comunicare con chi lavora nel settore. Vogliamo formare attori capaci di essere imprenditori di se stessi".

L'assessore alla cultura del Comune di Pisa Pierpaolo Magnani: "Sono felice di questa iniziativa che segue la linea di quella che voglio sia la mia attività, cioè far uscire Pisa dall'immaginario collettivo della Torre. Dobbiamo infatti puntare a migliorare là dove abbiamo carenze e questa Accademia sarà polo di attrazione nazionale, dando così alla città nuove prospettive di sviluppo". 

Accademia Teatrale Città di Pisa: info utili

Il percorso didattico prevede 36 ore settimanali 5 giorni alla settimana, con orario 9-17.30. Sono 2080 ore in due anni. Il massimo degli allievi accettati sono 20, c'è tempo per inoltrare domanda fino al 25 ottobre. Può accedere la fascia d'età 18-35. I provini verranno effettuati dal 28 al 31 ottobre, negli orari 9-13 e 15-18. La retta annuale è di 1650 euro, al vaglio c'è la possiblità di ottenere delle borse di studio. I seminari intensivi si tengono dal giovedì al sabato (compreso) e sono di 20 ore ciascuno, una volta al mese. 

I docenti

Cristina Sarti - recitazione, recitazione in versi, dizione
Riccardo Monopoli - recitazione e improvvisazione
Gianluca Pezzino - canto e voce
Flavia Bucciero - teatro danza, espressione corporea
Anna Barsotti - storia del teatro
Carlo Scorrano - macchina teatrale (tirocini)
Linda Palazzolo - yoga acrobatica e yoga

Contatti

Piazza della Stazione 16, info@accademiateatralepisa.it, www.https://www.accademiateatralepisa.it/

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, approvato il decreto scuola: ecco cosa cambia

  • Coronavirus, l'emergenza ferma il Giugno Pisano: saltano Luminara, Gioco del Ponte e Palio

  • In Toscana scatta l'obbligo delle mascherine: chi deve indossarle e in quali occasioni

  • Emergenza Coronavirus: distribuzione di mascherine a domicilio per i cittadini pisani

  • Coronavirus, i balneari pisani attendono con fiducia la bella stagione

  • Coronavirus: 175 nuovi casi in Toscana, il numero dei guariti supera i deceduti

Torna su
PisaToday è in caricamento