rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Cronaca Cascina

Dal Saharawi a Cascina per un intervento di labiopalatoschisi

Il piccolo Mohamed arriverà con la sua mamma e sarà ospitato da una famiglia cascinese

L’accoglienza estiva dei 'Piccoli Ambasciatori di Pace Saharawi' è alle porte e anche quest’anno l’associazione Arci690 Progetto Saharawi Cascina ha risposto presente.
La fine dello stato di emergenza ha permesso la ripresa del progetto 'Taleb Buya', organizzato dall’associazione GDEIM IZIK - Piombino con la preziosa collaborazione della Regione Toscana, che vede l’equipe medica del dottor Gatti impegnata in delicati interventi di labiopalatoschisi.

“Subito ci siamo fatti trovare pronti a sostenere il progetto - commenta Arci690 - grazie anche alla disponibilità di una famiglia cascinese volontaria della nostra associazione che si è resa disponibile ad accogliere nella propria casa il piccolo Mohamed e la sua mamma. Dopo due estati di stop forzato di accoglienza estiva abbiamo deciso di rimetterci subito in pista aderendo a un progetto dalle dimensioni più ridotte ma non per questo meno importante. Un piccolo passo verso un graduale ritorno alla normalità per l’operato della nostra associazione che non ha mai visto interruzioni con l’impegno e la dedizione costante al progetto di accoglienza che ruota intorno a Bachir, giovanissimo saharawi con noi da 4 anni”.

Mohamed arriverà a Cascina sabato 2 luglio e nelle settimane successive, oltre a festeggiare il suo primo compleanno, sarà sottoposto a un delicato intervento che migliorerà sensibilmente la qualità della sua vita.

Per sostenere il nuovo progetto sanitario di accoglienza “Arci690 - IT26P0835870951000000035576”
Per informazioni è attiva la mail arci690onlus.psc@gmail.com e i numeri 3473289828 - 3288720306

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dal Saharawi a Cascina per un intervento di labiopalatoschisi

PisaToday è in caricamento