Venerdì, 25 Giugno 2021
Cronaca

Accoglienza rifugiati: la Società della Salute cerca soggetto Terzo Settore per coprogettazione e gestione

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

La città di Pisa è tra i 150 Comuni d’Italia che negli ultimi anni, grazie al Progetto Ministeriale SPRAR, ha accolto sul loro territorio rifugiati politici, richiedenti protezione internazionale e titolari di protezione sussidiaria e umanitaria. Dal 2001, grazie alla Società della Salute e alle associazioni coinvolte,  a Pisa hanno trovato aiuto circa 100 persone provenienti da 25 paesi diversi  (Afghanistan, Albania, Angola, Congo, Costa d’Avorio, Eritrea, Etiopia, Ghana, Repubblica della Guinea, Guinea Bissau, Iran, Iraq, Kossovo, Liberia, Mauritania, Nigeria, Russia, Salvador, Somalia, Sudan, Senegal, Turchia, Togo, Mali e Pakistan) che sono accolte in strutture e seguite a tutto tondo nel percorso di inserimento nel tessuto sociale.

Nei giorni scorsi il Ministero ha pubblicato il nuovo bando che eroga i fondi per il trienno 2014-2016. La Società della Salute, vista l’efficacia del programma portato avanti questi anni, parteciperà per aggiudicarsi il contributo. Lo farà selezionando, con una procedura ad evidenza pubblica, un soggetto del Terzo Settore dotato della necessaria esperienza e competenza che affiancherà la SdS nella progettazione e che, in caso di aggiudicazione del bando ministeriale, si occuperà  dell’organizzazione e gestione dei servizi di accoglienza, integrazione e tutela. Per consegnare le domande e tutta la documentazione necessaria, enti e associazioni avranno tempo fino alle 12 del 27 settembre 2013. La consegna può avvenire a mano in busta chiusa alla segreteria del direttore della SdS in via Saragat 24 negli orari di apertura (lun-ven 8-13; lun-giov 14-16), tramite posta elettronica certificata a sdspisa@pec.it e per raccomandata (non fa fede il timbro postale)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accoglienza rifugiati: la Società della Salute cerca soggetto Terzo Settore per coprogettazione e gestione

PisaToday è in caricamento