rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Cronaca Centro Storico / Via Santa Maria

Via Santa Maria: dopo sei mesi di trattativa c'è l'accordo con i residenti

L'amministrazione comunale di Pisa ha incassato l'ok del Comitato dei Residenti del Quartiere di S.Maria che ha approvato il 'Progetto di riqualificazione ambientale Area Duomo'. Parcheggi, viabilità, sicurezza e arredo urbano al centro

Dopo una trattativa durata sei mesi l'amministrazione comunale e i residenti di Santa Maria hanno trovato l'accordo. L’Assemblea del Comitato dei Residenti del Quartiere di S.Maria ha approvato infatti mercoledì sera, a larga maggioranza, l’ipotesi di accordo sul 'Progetto di riqualificazione ambientale Area Duomo', siglata nei giorni scorsi dai propri rappresentanti con il sindaco di Pisa Marco Filippeschi.
In un’affollata e animata riunione di residenti e domiciliati aderenti al Comitato, tutti abitanti nel quartiere (erano presenti 86 persone), gli aventi diritto al voto si sono espressi per l’84% a favore dell’intesa raggiunta, il 13% è stato contrario e il 3% si è astenuto.
I residenti, convocati nei locali del Grand Hotel Duomo di Via S.Maria dal presidente del Comitato, Francesco Pozzi, sono stati informati delle attività del Consiglio del Comitato, eletto nel settembre scorso, dopo la costituzione formale del Comitato stesso, che ha fatto seguito alla raccolta di firme sulla petizione 'I residenti dicono NO all’asse pedonale nel quartiere di S. Maria/Facciamo funzionare meglio la ZTL' sottoscritta da 749 cittadini e consegnata al sindaco il 27 luglio 2012.

Il confronto con l’amministrazione comunale si è svolto nell’arco di sei mesi a partire dal 20 novembre scorso, quando i rappresentanti del Comitato di S.Maria, con il presidente Francesco Pozzi, hanno incontrato gli assessori Davide Gay, Mobilità, e Andrea Serfogli, Lavori Pubblici, che hanno esposto il progetto di riqualificazione e di pedonalizzazione del quartiere di S. Maria. Verso questa soluzione sono state presentate dai residenti una serie di osservazioni integrate da proposte alternative volte ad instaurare una ZTL migliorativa di quella attualmente in vigore. Il Progetto del Comune prevedeva, dopo il rifacimento della pavimentazione di Via S.Maria, una pedonalizzazione del quartiere ritenuta eccessiva dagli abitanti e con una serie di effetti collaterali negativi in materia di traffico, parcheggi, trasporto pubblico, inquinamento acustico, ordine pubblico e sicurezza.
La realizzazione del progetto avverrà con gradualità e progressività, sotto forma di sperimentazione soggetta a verifica, in base ad un 'cronoprogramma' che individui le fasi e i tempi degli interventi.

Ecco i punti principali dell'accordo raggiunto.

FASE 1
1) Miglioramento della ZTL e potenziamento dei parcheggi
Il regolamento della ZTL attualmente in vigore verrà modificato, con una nuova gestione dei permessi di accesso e di parcheggio (in particolare, riduzione delle autorizzazioni, controlli più rigorosi dei varchi in entrata e in uscita, estensione degli appositi stalli per auto, motocicli, disabili, carico/scarico). Verranno create nuove aree di sosta nella zona retrostante la Chiesa dei Cavalieri e attraverso l’ampliamento della ZTL (in Via Roma, Via Savi, Via Cardinal Maffi). E’ prevista la realizzazione di parcheggi anche in via Volta, previ accordi con la proprietà, e, non appena saranno disponibili, nelterreno della Mensa universitaria in via Martiri e all’interno della Caserma Artale in via Roma. Infine nell’area del S.Chiara, in aggiunta a quelli già indicati dal “Piano di recupero”.

2) Trasporto Pubblico
Verrà introdotta una linea di autobus di collegamento con la Stazione ferroviaria. La vecchia navetta E seguirà un nuovo percorso. ANDATA: Via Paparelli, Via San Zeno, piazza Martiri della Libertà, via San Lorenzo, via Consoli del Mare, piazza dei Cavalieri, via Corsica, via dei Mille, piazza Cavallotti, via Santa Maria, Lungarno Pacinotti, ponte di Mezzo, Lungarno Gambacorti, via Mazzini, Stazione. RITORNO: Stazione, via Crispi, ponte Solferino, lungarno Pacinotti, lungarno Mediceo, via Sighieri, via Buonarroti, via San Zeno, via Paparelli.

3 ) Ordine Pubblico e Sicurezza
Verranno potenziati la vigilanza ed il controllo della Polizia Municipale, unitamente alle altre forze dell’ordine, nell’intero quartiere 24 ore su 24. Sarà esteso il sistema di videosorveglianza nelle strade e nelle piazze del quartiere, con particolare riferimento a quelle destinate ad aree di sosta.
Verrà approvato con priorità il Regolamento contro l’inquinamento acustico.
Per contribuire a superare la situazione esistente in Piazza dei Cavalieri e nelle strade limitrofe, verrà stipulato, in accordo con il Prefetto un Protocollo d’intesa specifico per realizzare un patto di civile convivenza e un decentramento delle attività di intrattenimento. Verranno favorite tutte le iniziative di
rioccupazione della piazza (spettacoli e concerti di qualità, mercati periodici, iniziative culturali e di intrattenimento compatibili, ecc.) durante l’arco dell’anno.

4) Arredo Urbano e Viabilità
Oltre al rifacimento della pavimentazione, dell’illuminazione e dell’arredo urbano di via S.Maria e di piazza Cavallotti, nuovo look anche per altre strade del quartiere, con priorità per via don G.Boschi e via Leopardi. Sarà curata la qualità delle insegne e della tipologia degli arredi d’intesa con la Soprintendenza.

5) Misure per la vivibilità ed il ripopolamento del quartiere
Viene garantita la possibilità di interventi edilizi nel quartiere (ad es. nell’Area S.Chiara) relativi alla collocazione di servizi pubblici e di interesse pubblico, con particolare riferimento ad asili nido, scuole d’infanzia e scuole primarie, sia pubbliche che private, anche in relazione ad un auspicato incremento abitativo, in particolare di giovani coppie. Saranno creati spazi attrezzati per i bambini ad uso pubblico all’interno dei parchi e delle aree a verde ove possibile (ad. es. Orto Botanico, d’intesa con l’Università) e nell’Area del S.Chiara.

Fase 2: Pedonalizzazione

L’Amministrazione comunale ha posto la pedonalizzazione di alcune zone del Quartiere come condizione necessaria per l’ottenimento dei finanziamenti regionali e quindi per la realizzazione del progetto di riqualificazione ambientale. Tuttavia, tenendo conto delle esigenze e delle proposte espresse dai residenti, si è concordato di attuare questa fase del progetto con forme e modalità graduali, suddivise per tempi certi e verifiche periodiche, che tengano conto degli effetti sulla popolazione residente e ne garantiscano le condizioni di vivibilità.
La Fase 2 è subordinata quindi alla realizzazione degli obiettivi indicati nella Fase 1 e comunque secondo il cronoprogramma condiviso.

Da Piazza Arcivescovado all’altezza di via Boschia Via S. Maria all’altezza di Galli Tassi
Area pedonale tipo A
E’ stata infatti condivisa l’esigenza che Piazza del Duomo, in quanto patrimonio UNESCO dell’umanità, sia pienamente valorizzata sotto il profilo turistico e culturale.
In questa zona è istituito il divieto di transito e di sosta a tutti i veicoli con orario h 24. In deroga è ammessa la circolazione dei veicoli in servizio di emergenza, dei velocipedi e dei veicoli a servizio di persone invalide, muniti di apposito contrassegno.
La fermata per operazioni di carico e scarico è consentita ai residenti nella fascia oraria 20-9.30 (aprile-settembre) e 18-9.30(ottobre-marzo) per la durata di 15 minuti. Il carico e scarico delle merci è consentito nella fascia oraria 7-9.30 con veicoli di portata inferiore a 35 quintali e per la durata di 15 minuti.

Via Santa Maria (nel tratto da Via Galli Tassi a Piazza Cavallotti)
Prima fase: Sperimentazione per 6 mesi di ZTL speciale
Ai lati della strada verranno realizzati itinerari pedonali, costituiti da due corridoi di scorrimento, con assenza di sosta e di fermata, che dovranno garantire anche il passaggio dei disabili. Nella parte centrale rimane una careggiata di m. 3,5 per il transito dei veicoli autorizzati.
Sono ammesse alla circolazione, in deroga al divieto, le seguenti categorie di veicoli: velocipedi; veicoli a servizio di persone invalide; polizia e vigili del fuoco; veicoli della nettezza urbana per espletamento del servizio; veicoli a emissione zero aventi ingombro e velocità tali da poter essere assimilati ai velocipedi; minibus, taxi e veicoli a noleggio con conducente preferibilmente elettrici; veicoli dei residenti; veicoli per trasporto merci in orari stabiliti; autoveicoli autorizzati, solo per l’accesso a cortili e autorimesse; veicoli autorizzati per eccezionali e temporanee necessità.
Sarà inoltre consentito l’accesso ai clienti di attività ricettive (alberghi, B&B, ecc..) al momento dell’ arrivo e della partenza con mezzi elettrici messi a disposizione dagli stessi esercenti, limitatamente alle operazioni di carico e di scarico.
La sosta è consentita solo ai veicoli a servizio degli invalidi, ad ambulanze e mezzi di polizia. La fermata per operazioni di carico e scarico è consentita ai residenti in appositi spazi e per la durata di 15 minuti. Il carico e scarico delle merci è consentito unicamente in appositi spazi nella fascia oraria 7-10 con veicoli di portata. inferiore a 35 quintali e per la durata di 15 minuti.
Seconda fase: Area pedonale tipo B
Alla scadenza della sperimentazione,previa verifica dei risultati, in questo tratto di strada saranno ammesse alla circolazione le stesse categorie di mezzi indicati nel regime ZTL speciale, con l’unica differenza che i veicoli dei residenti e per trasporto merci con portata Inferiore a 35 ql. potranno accedere solo in orari stabiliti per operazioni di carico e scarico della durata di 15 minuti.
Resta anche l’accesso ai clienti di attività ricettive al momento dell’arrivo e della partenza, con mezzi elettrici messi a disposizione dagli esercenti.
La sosta è ammessa solo per i veicoli a servizio degli invalidi, ambulanze e polizia. La fermata è consentita ai residenti nella fascia oraria 20-9.30 (aprile settembre)18-9.30 (ottobre-marzo) e 16-17 per la durata di 15 minuti. Il carico e scarico delle merci è consentito nella fascia oraria 7-9.30 per la durata di 15 minuti.
Ai margini della zona pedonale (Piazza Cavallotti e Via Galli Tassi) sono previste aree di fermata riservate ai residenti, rispettivamente n.3 e n.4, per operazioni di carico e scarico di 15 minuti.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Santa Maria: dopo sei mesi di trattativa c'è l'accordo con i residenti

PisaToday è in caricamento