Cronaca

Provincia, arrivano 11 milioni dal Ministero: si respira, ma solo un po'

L'ente provinciale pisano aveva messo in mora il Ministero dell'Interno per alcuni pagamenti non effettuati nel decennio 1996-2006. Pieroni: "Un risultato importante, ma non cambiano gli scenari futuri. Svuotate le nostre capacità di spesa"

Il presidente della Provincia Andrea Pieroni

Una boccata d'ossigeno per la Provincia di Pisa che ha ricevuto gli undici milioni di euro accreditati dal Ministero dell’Interno grazie ad un’azione di messa in mora avviata ad inizio anno per pagamenti mai effettuati nel decennio compreso tra il 1996 e il 2006.

La Provincia di Pisa aveva dapprima diffidato il Ministero e poi agito per vie legali chiedendo al Tribunale la convalida di un decreto ingiuntivo. Ratifica che è regolarmente arrivata e che nei giorni scorsi ha portato il dicastero a versare la somma richiesta.

“Entriamo in possesso di somme che ci spettavano, residui che il Ministero dell’Interno aveva riconosciuto essere certi ed esigibili già nel 2011 - afferma il presidente della Provincia Andrea Pieroni - una boccata di ossigeno che ci permette di bilanciare gli effetti distruttivi sul bilancio dei feroci tagli alle spese per scuole, strade, centri per l’impiego, sviluppo economico e sicurezza idrogeologica che ci hanno imposto le ultime manovre governative”.

Aggiunge Pieroni: “Volendo fare un esempio chiaro e concreto dell’effetto di questa nostra azione andata a buon fine, basti dire che il miglioramento della capacità di spesa della Provincia vale il totale delle spese necessarie per le manutenzioni ordinarie delle scuole. Insomma, abbiamo lottato per dare alla nostra comunità risorse che le spettavano, ma soprattutto non potevamo più tollerare ritardi poiché l’azione di impoverimento delle risorse delle Province sta mettendo in ginocchio ambiti nevralgici come la scuola, la sicurezza stradale e del territorio”.

Gli 11 milioni di euro accreditati alla Provincia sono costituiti in gran parte da contribuiti ordinari, quote di compartecipazione Irpef e di altre imposte, e da risorse riguardanti le funzioni delegate con l’ex Bassanini.

“Sei milioni di euro sono stati già impegnati nel bilancio - spiega infine Pieroni - mentre i restanti 5 milioni andranno ad estinguere mutui per una somma di pari importo. Il risultato è un miglioramento della capacità di spesa dell’Ente di 550.000 euro per l’anno prossimo. Un risultato importante che certamente allenta la tensione che registriamo sul fronte economico-finanziario del bilancio della Provincia, ma che non cambia gli scenari complessivi futuri, con un sostanziale svuotamento delle nostre capacità di spesa e investimento”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Provincia, arrivano 11 milioni dal Ministero: si respira, ma solo un po'

PisaToday è in caricamento