menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Cerchiamo un collaboratore uomo", e scatta l'accusa di maschilismo: bufera sulla farmacia

Francesco Dinucci, titolare dell'omonima farmacia, spiega i retroscena della polemica in cui è finita la sua azienda: "Da novembre ho assunto 5 collaboratrici e un dipendente di sesso maschile"

Una mail confidenziale che diventa improvvisamente pubblica e innesca una sequela di aspre polemiche che finiscono per inondare la pagina Facebook ufficiale dell'azienda. Il modo con il quale il contenuto della richiesta, spedita qualche giorno fa da Francesco Dinucci a un dipendente del Dipartimento di Farmacia dell'Università di Pisa, è divenuto di dominio pubblico è ignoto. Se lo domanda anche il titolare della storica farmacia, presente sul territorio di San Giuliano Terme dal 1870. Ma su una cosa il dottor Dinucci è sicuro al 100%: "Ricevere l'accusa di maschilismo, misoginia e discriminazione di genere mi provoca tristezza e tantissima amarezza".

Il titolare della farmacia ricostruisce l'accaduto nei minimi particolari, partendo da una tradizione di famiglia che dura da sei generazioni: "Fin dall'apertura, il personale dell'azienda è sempre stato interamente femminile. Soltanto i titolari, per una semplice casualità dell'albero genealogico, sono uomini. Ma anche questa tendenza è vicina alla fine: ho due figlie e verosimilmente una delle due raccoglierà il mio testimone. Declinando così al femminile anche la guida della farmacia". Francesco Dinucci prosegue: "In piena pandemia ho preso la decisione di rinnovare i locali, spostando la sede e ampliando gli orari e i servizi offerti alla clientela. Per questo motivo da novembre a marzo ho assunto sei nuovi collaboratori: cinque sono donne, soltanto uno è un uomo. Ed è il primo in tutta la storia della farmacia".

E arriviamo al nocciolo della questione: "Da tempo i clienti, soprattutto gli uomini più anziani, mi chiedevano di introdurre nel personale qualche figura maschile in più. Questo per poter esporre con più serenità alcuni problemi di salute e sottoporsi con maggiore rilassatezza ad alcuni servizi, quali ad esempio l'installazione o la rimozione dell'impianto Holter cardiaco". Sulla scorta di queste crescenti richieste, Francesco Dinucci ha scritto una mail privata a un conoscente all'interno del Dipartimento di Farmacia per ottenere alcuni curriculum da esaminare. "Mai mi sarei sognato di pubblicare un'offerta di lavoro ufficiale con la specificazione del genere - commenta amareggiato Dinucci - so benissimo che è un'azione illegale. Adesso mi chiedo però come sia accaduto che una conversazione privata sia diventata di dominio pubblico".

L'associazione Obiezione respinta ha pubblicato il contenuto della mail su Facebook, scatenando un'onda lunga di richieste di chiarimenti e commenti sotto ai post della Farmacia Dinucci. "Io, la mia famiglia e persine le mie dipendenti, che hanno provato a spiegare la realtà dei fatti, abbiamo ricevuto offese gratuite e accuse infondate" sottolinea il titolare. "Nella richiesta inoltrata via mail ho espresso 'la necessità organizzativa' di assumere un collaboratore uomo - continua - questa specifica è stata vista come un chiaro intento denigratorio e discriminatorio nei confronti delle donne. Secondo le persone che mi hanno accusato, avrei l'intenzione di affidare un incarico a un uomo perché più affidabile rispetto a una donna. Ma non è così".

Francesco Dinucci spiega ancor più chiaramente la ricerca di una figura professionale maschile: "Attualmente in organico c'è soltanto un collaboratore. Con i turni e la grande vastità di servizi offerti, non può coprire da solo gli appuntamenti per i quali i clienti richiedono espressamente un farmacista uomo. Ecco perché ho bisogno di un secondo collaboratore maschio". "Purtroppo il danno d'immagine non può essere cancellato - conclude amareggiato Francesco Dinucci - su Facebook da alcune persone sono già stato processato e condannato, senza neppure avere la facoltà di replica. Metterò tutti i fatti in mano al legale della farmacia e faremo i passi che ci verranno suggeriti".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Caparezza, due tappe in Toscana nel tour 2022: tutte le date

Cura della persona

Manicure semipermanente fai da te, trucchi e consigli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Covid, la Toscana passa in zona arancione

  • Eventi

    I film in uscita ad aprile su Amazon Prime Video

Torna su

Canali

PisaToday è in caricamento