Cronaca Piazza dei Cavalieri

Chiesa di Santo Stefano dei Cavalieri, piove sempre dal tetto: "E' una vergogna"

Il rettore della chiesa monsignor Armani si scaglia contro la Sovrintendenza che, nonostante i soldi per la risistemazione della copertura siano stati trovati, non si decide a dare il via ai lavori. Intanto un'altra opera è stata danneggiata

Le infiltrazioni d'acqua non danno tregua alla Chiesa di Santo Stefano dei Cavalieri a Pisa. E' di nuovo il rettore, monsignor Aldo Armani, a denunciare, come già fatto in passato, la grave situazione che sta vivendo il secondo monumento pisano per importanza dopo Piazza dei Miracoli.

"Da un anno aspettiamo che la Sovrintendenza regionale dia esecuzione ai lavori per sistemare il tetto della Chiesa dei Cavalieri e invece nessuno ci ha fatto più sapere nulla. Nel frattempo le infiltrazioni di acqua piovana continuano a danneggiare il cassettonato decorato dal Vasari e le pale d'altare laterali" afferma Armani che attacca i Beni Culturali: "E' una vergogna".

Le infiltrazioni danneggiarono già la pala di Giorgio Vasari, 'La lapidazione di Santo Stefano', poi restaurata grazie a un finanziamento di Esselunga, ma mai più riposizionata sulla navata di destra perché piove dal tetto. Ora l'acqua ha provocato distacchi di colore alla pala cinquecentesca del pittore fiorentino Jacopo da Buti intitolata 'La moltiplicazione dei pani' collocata sulla navata di sinistra e ora finita in un magazzino.


"Fummo noi - sottolinea Armani - a trovare il finanziamento di 350mila euro necessario per i lavori sul tetto e garantito dalla Fondazione Pisa. I soldi ci sono, ma la Soprintendenza non li spende nonostante che l'intervento fosse stato riconosciuto urgente".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiesa di Santo Stefano dei Cavalieri, piove sempre dal tetto: "E' una vergogna"

PisaToday è in caricamento