Cronaca San Giusto / Via dell'Aeroporto

Aeroporto, boom di passeggeri: Galilei conferma il volo per New York e mira alla Cina

Dati positivi per il Galilei di Pisa, che grazie al suo boom di passeggeri nel mese di ottobre e novembre si posziona nella top ten aeroportuale italiana con 4 ben 13.494 transiti e un incremento del 7,1% rispetto allo stesso mese dell'anno precedente

La società di gestione dello scalo pisano Sat, rivela che nel mese di ottobre l'aeroporto Galilei si è  collocato al quinto posto nel traffico passeggeri della top ten aeroportuale italiana con 4 ben 13.494 transiti e un incremento del 7,1% rispetto allo stesso mese dell'anno precedente.  Il trend positivo continua anche a novembre con un +3,8% e 258.694 transiti. Sat ha colto l'ondata positiva per riconfermare anche il volo diretto Pisa-New York con quattro frequenze settimanali per la prossima stagione estiva. L'aeroporto ampilerà anche le destinazioni per la prossima estate con i collegamenti garantiti da Scandinavian Airlaines e Finnair verso Oslo, Stoccolma e Copenaghen ed Helsinki.

"Inoltre il prossimo ottobre la compagnia aerea China Eastern potrebbe sperimentare il Galilei come scalo turistico - hanno annunciato l'amministratrice delegata Sat Gina Giani e il sindaco Marco Filippeschi - La trattativa per il volo diretto Pisa-Shangai prosegue ma intanto la principale compagnia aerea cinese potrebbe scegliere subito lo scalo per avviare un collegamento turistico, in attesa di tempi migliori. Con il perdurare della crisi, difficilmente China Eastern investirà su un altro volo di linea".

"L'interesse per Pisa e la Toscana però resta molto forte. Neppure noi - ha ammesso Filippeschi - ci aspettavamo che rilanciassero con la prospettiva di un volo turistico stagionale con collegamenti nei bimestri gennaio-febbraio e luglio-agosto e nel mese di ottobre: noi faremo di tutto per cogliere questa opportunità''. L'obiettivo di China Eastern è di creare un ponte con la Toscana per un turismo di fascia molto alta: 'Si tratta di un flusso turistico numericamente esiguo ma economicamente di enorme rilievo che sarebbe importantissimo per una città di piccole dimensioni come la nostra''.

Per questo Filippeschi e Giani hanno incontrato il dirigente di Cits Tong Wei, il maggiore tour operator cinese che ha illustrato le esigenze di questo genere di turisti: ''Sono persone - ha concluso Giani - che hanno una forte capacità di spesa, che puntano a fare shopping di qualità negli outlet toscani e ai soggiorni termali. Una fascia di turismo molto alta della quale beneficerebbe l'intera Regione e non solo Pisa. Sta a noi riuscire a battere la concorrenza: ai tempi dell'Expo di Shangai tutti gli aeroporti regionali italiani volevano un volo diretto con la Cina, poi si sono addormentati. Solo noi siamo rimasti vigili e vogliamo sfruttare questo vantaggio''.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aeroporto, boom di passeggeri: Galilei conferma il volo per New York e mira alla Cina

PisaToday è in caricamento