menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aeroporto, inquinamento acustico: i voli passeranno più in alto sopra le case

Avviata una nuova procedura sperimentale che vedrà gli aerei passare ad un'altezza superiore. Il sindaco: "Un passo avanti per accogliere le richieste degli abitanti"

Nella riunione della Commissione aeroportuale sul rumore che si è tenuta oggi, mercoledì 23 maggio, è stata disposta una procedura di controllo delle operazioni di decollo e atterraggio degli aerei per ridurre l'impatto acustico sui quartieri. La commissione, presieduta da Enac, è composta da Toscana Aeroporti, Arpat, Ispra, 46ma Brigata Aerea, Comune di Pisa e Regione Toscana.

"E' stato un passaggio positivo - ha detto il sindaco di Pisa Marco Filippeschi - si è aperta una fase nuova che deve dare risultati. Continueremo a vigilare e ad agire, insieme alle altre istituzioni competenti che ringrazio, con rigore e spirito di collaborazione, anche secondo gli indirizzi dati dal consiglio comunale. Manterremo vivo il rapporto con i cittadini che si sono organizzati e che hanno dato e daranno un contributo informato e giustamente esigente".

La procedura imporrà agli aerei di volare sui quartieri ad un'altezza dal suolo maggiore rispetto al passato: la misura verrà presa alla centralina di monitoraggio P2, in via Monte Bianco, dove gli aerei dovranno passare ad una quota minima di 1.600 piedi (487 metri). Sarà emesso uno specifico notam (avviso ai naviganti) da parte degli organi preposti, che dalla prossima settimana permetterà un controllo puntuale da parte della società di gestione dell'aeroporto sul rispetto delle procedure indicate dalla commissione, compreso un ulteriore raffinamento alla procedura di volo per evitare dopo le 22 le partenze verso la città nel rispetto della sicurezza dei voli, tenuto conto delle condizioni meteo che determinano la direzione di decollo.

La stessa Toscana Aeroporti comunicherà alle compagnie aeree i voli che non avranno rispettato tali condizioni, chiedendone le motivazioni. La procedura, oggi in via sperimentale, diventerà norma operativa (AIP) a tutti gli effetti dal 13 settembre 2018, secondo le tempistiche imposte per la modifica delle procedure di volo. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Caparezza, due tappe in Toscana nel tour 2022: tutte le date

Cura della persona

Manicure semipermanente fai da te, trucchi e consigli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Covid, la Toscana passa in zona arancione

  • Eventi

    I film in uscita ad aprile su Amazon Prime Video

Torna su

Canali

PisaToday è in caricamento