Agenzia delle Entrate, i sindacati: "A rischio chiusura Pontedera, San Miniato e Volterra"

Annunciata una nuova mobilitazione per le carenze di organico

Sono tanti in Toscana gli sportelli dell'Agenzia delle Entrate che rischiano di chiudere ed i sindacati annoverano fra questi le sedi di Pontedera, San Miniato e Volterra in provincia di Pisa. I lavoratori e i sindacati Fp Cgil, Cisl Fp, UilPa, Unsa e Flp dell'Agenzia delle Entrate, dell'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, proseguono la mobilitazione a livello nazionale dopo le assemblee dello scorso 23 gennaio. Giovedì 6 febbraio scenderanno in piazza a Firenze per un corteo che si chiuderà con un'assemblea/sit-in davanti alla Prefettura.

I sindacati ribadiscono la denuncia di carenze di organico: in Toscana tre anni fa erano 2.400 i dipendenti del settore, quest'anno scenderanno sotto i 1.900. A rischio chiusura sono una 20ina i distaccamenti sul territorio regionale, tre dei quali in provincia di Pisa. "Nel 2020 - spiegano i sindacati - andranno in pensione in Toscana oltre 170 persone e dato che l’organico oggi è di circa 2000 persone si rischia di andare sotto i 1.900, record storico negativo. Così si avvicina il blocco dell’attività dell’agenzia con danno per i risultati da raggiungere per la lotta all’evasione fiscale. Meno soldi dalla lotta all’evasione fiscale, meno servizi per il cittadino".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Attraverso la Prefettura i sindacati domani chiederanno al Governo "il superamento delle carenze organiche e un piano assunzionale corposo per svolgere a pieno l'attività istituzionali di contrasto all'evasione fiscale altrimenti fortemente limitata; lo stop alla progressiva chiusura degli uffici, in particolare quelli sub provinciali; lo sblocco del salario di produttività, con la contemporanea necessità di avere senza tagli le risorse legate al raggiungimento degli obiettivi delle agenzie; la definitiva soluzione delle problematiche legate al modello organizzativo, compreso quelle relative al finanziamento e ai criteri di selezione del personale per l’assegnazione delle posizioni organizzative e degli incarichi di responsabilità. Se non arriveranno risposte dal Governo, la mobilitazione sindacale si intensificherà".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore a 28 anni in un incidente in moto in autostrada

  • Colta alle spalle e rapinata di notte in via Notari: due arresti, si cerca il terzo

  • Incidente stradale lungo l'Aurelia: un morto e tre feriti

  • Ragazza investita a Marina di Pisa: arrestato il pirata della strada

  • In arrivo piogge e temporali in Toscana: emessa allerta meteo

  • Coronavirus in Toscana, 10 nuovi casi: 3 in più nel pisano

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento