Cronaca

Carcere Don Bosco: agente ferito durante la ronda

I sindacati Sappe, Osapp e Uil PA PP denunciano la nuova aggressione avvenuta il 7 ottobre e proseguono con lo stato di agitazione dichiarato lo scorso 21 settembre

Nuova protesta dei sindacati di Polizia Penitenziaria per la situazione di pericolo a cui sono esposti gli operatori del carcere Don Bosco. Riferiscono i sindacati Sappe, Osapp e Uil PA PP che ieri sera, 7 ottobre, intorno alle ore 19 un addetto alla vigilanza della 'ronda penale' è stato vittima di un'aggressione da parte di due detenuti.

L'agente, durante il giro in cui deve gestire da solo circa 100 reclusi suddivisi su 4 piani, ha trovato la resistenza di due soggetti appartenenti al 'regime aperto', situazione in cui "non sono previsti particolari protocolli, se non la presenza di un Poliziotto Penitenziario, esposto a fattori di rischio senza concreta possibilità di poter difendere la propria incolumità fisica", specificano i sindacati. I due detenuti hanno prima insultato il poliziotto, poi gli hanno "schiacciato una mano ed un piede nel cancello di sbarramento della sezione". La prognosi delle lezioni è stata di 7 giorni.

I rappresentanti Roberto Vassallo (Sappe), Alessio Vetri (Osapp) e Nicola di Matteo (Uil PA PP) ribadiscono che "i sindacati continuano con lo stato di agitazione, già proclamato lo scorso 21 settembre 2016, preannunciando iniziative di carattere pubblico al fine di informare la cittadinanza ed i referenti politici ed istituzionali di quanto sta avvenendo nel penitenziario pisano".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carcere Don Bosco: agente ferito durante la ronda

PisaToday è in caricamento