Cronaca

Offese e paura sull'autobus, aggrediti da un gruppo di 'bulli': "Ti spezzo le ossa"

La segnalazione di un nostro lettore che domenica stava andando a Montecalvoli su un autobus CTT diretto a Fucecchio. "Servono controlli - dice Daniele - abbiamo paura anche a viaggiare sugli autobus. A momenti ci picchiavano"

Un episodio terribile che, come un nostro lettore ci ha raccontato, si è verificato ieri, intorno alle 19, sull'autobus che da Pontedera era diretto a Fucecchio. Daniele, il nostro lettore, è salito sul pullman insieme a sua madre. "Io, mia mamma e una signora - racconta Daniele - siamo stati aggrediti verbalmente da un gruppo di ragazzi di Montecalvoli (Santa Maria a Monte), saliti allo stadio di Pontedera. Ad un tratto queste persone hanno suonato il campanello della fermata. Arrivati alla fermata non è sceso nessuno, è questo gruppo ha detto diretto a me: "scendi te handicappato, ciccione di m...., brutto, mentre alla signora hanno detto che era una vecchia, nonnina, la trattavano di tutti i titoli. Alla fine non ci ho visto più, sentendo tutte queste offese, e ho chiamato i Carabinieri che sono giunti nel giro di poco tempo alla farmacia di Montecalvoli, ma i ragazzi erano già scappati. Abbiamo 90 giorni di tempo per presentare la querela. Mia mamma che ha cercato di difendermi ha rischiato di essere picchiata".


"Come è possibile che noi che abbiamo l'abbonamento dobbiamo viaggiare con questa disarmonia sul pullman - si domanda Daniele - chiediamo che il CTT metta almeno un controllo sulla linea che va a Fucecchio la domenica alle 19. Non possiamo andare avanti così. Abbiamo paura anche a viaggiare sugli autobus. Poi addirittura un ragazzo che è scappato mentre chiamavo i Carabinieri mi ha detto 'Ti spezzo le ossa': sono cose da sentirsi dire su un autobus??".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Offese e paura sull'autobus, aggrediti da un gruppo di 'bulli': "Ti spezzo le ossa"

PisaToday è in caricamento