Cronaca

Aggressione contro gli ispettori del lavoro: intervento del presidente Andrea Pieroni

Controllare i nervi, compiere un sussulto di senso civico, ma contemporaneamente avere anche uno scatto di onestà intellettuale: tutti quanti. Quello dell’aggressione agli ispettori della Direzione provinciale del lavoro, ai quali va tutta la nostra piena solidarietà, è un episodio che testimonia il clima di “tensione al limite” cui si è giunti nel Paese ed evidentemente nel nostro stesso territorio. Un clima di fronte al quale non è possibile se non una risposta: decidere di operare una scelta condivisa e consapevole di legalità, ciascuno nel proprio ambito: sul proprio segmento di un “fronte” che tuttavia è unico. Fare una “scelta di campo per la legalità” significa adempiere le prescrizioni sull’impiego di dipendenti (assicurazioni, contratti e così via); ma contestualmente significa tutta una serie di altri gesti e comportamenti: dal pagare le tasse dovute (in tal senso sono da considerare positive le iniziative di controllo, come quelle avvenute ad esempio a Cortina), fino al semplice rispettare i limiti dei chilometri orari sulle strade (il vero e autentico elemento di sicurezza). Adottare (ripeto: tutti quanti nel proprio ambito) una condotta all’altezza del senso di responsabilità richiesto da questo momento è la sola strada per avviare quel “circolo virtuoso” che appare essenziale per consentirci di uscire dalla crisi, ideale e non solo economica, in cui ci troviamo.

Andrea Pieroni
presidente della Provincia di Pisa

 

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggressione contro gli ispettori del lavoro: intervento del presidente Andrea Pieroni

PisaToday è in caricamento