Cronaca Centro Storico / Piazza della Stazione

Picchia selvaggiamente una donna alla stazione centrale di Pisa: arrestato

E' successo la sera del 27 dicembre. La vittima aveva una relazione con l'aggressore da circa un anno. Usata anche una bottiglia di vetro

Il 27 dicembre la Polfer di Pisa ha arrestato nell’atrio biglietteria della Stazione Centrale un marocchino di 40 anni per lesioni gravi nei confronti di una donna, sua compagna, e resistenza a pubblica ufficiale nei confronti degli agenti intervenuti. Per lui disposta la misura cautelare in carcere. 

L'episodio si è consumato intorno alle 22. La donna, come da lei stessa raccontato agli agenti, è arrivata in stazione da Livorno ed una volta entrata nel corridoio che dal primo binario porta all’atrio biglietteria ha incontrato l'uomo. Questi l'ha subito colpita al volto con un pugno. Poi altre botte, con la vittima chiusa in un angolo. Infine le ha preso una bottiglia di vetro che aveva con sé e ha continuato a colpirla con quella. L'aggressione è stata così violenta che il vetro si è rotto, ferendo con tagli la donna in varie parti del corpo. 

Finita la follia, il 40enne si è allontanato lasciando a terra la compagna. Nel frattempo una persona che ha assistito alla violenza ha avvisato la pattuglia in servizio di vigianza. Dopo una prima descrizione è partita la ricerca del malvivente, con altri due agenti che hanno prestato soccorso alla donna. Per lei volto coperto di sangue ed intervento di un'ambulanza. Dalle dichiarazioni della vittima intanto sono emerse le generalità dell'uomo, conosciuto per precedenti giudiziari. 

Arrivato il mezzo di soccorso, si palesa nuovamente l'aggressore. Questi entra nell'ambulanza e cerca ancora la lite. Gli operatori lo hanno subito bloccato. Condotto negli uffici Polfer, il marocchino ha assunto atteggiamenti minacciosi, rifiutandosi prima di indicare le sue generalità e successivamente colpendo con calci, pugni e testate la porta dell’Ufficio ed il vetro dell’ingresso, resistendo agli operatori che cercavano di calmarlo e che quindi alla fine lo hanno immobilizzato con le manette di sicurezza.

Le indagini di conferma sono state rapide: l'aggressione alla donna è stata ripresa dalle telecamere e nell'area del fatto sono stati rivenuti i frammenti di vetro della bottiglia usata. Stando alle ultime dichiarazioni della vittima, non c'è un motivo per la violenta aggressione; lei aveva con lui una relazione da circa un anno e convivevano saltuariamente.

Considerata la flagranza di reato e la pericolosità dell’uomo, desumibile sia dai numerosi precedenti penali e di Polizia per reati contro il patrimonio che dal fatto che era anche sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla P.G. presso i Carabinieri di Cascina, il marocchino è stato arrestato e processato per direttissima. Ora si trova in carcere al Don Bosco di Pisa.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Picchia selvaggiamente una donna alla stazione centrale di Pisa: arrestato

PisaToday è in caricamento