Vecchiano: prende per i capelli la figlioletta e la minaccia di morte

Una donna 25enne ha chiamato l'altra sera i Carabinieri dopo la lite con il marito che alla vista dei militari ha aggredito prima la figlia di 3 anni e poi gli stessi militari: l'uomo è stato arrestato

L'ennesima chiamata al 112 per l'ennesima lite con il marito che è stato arrestato dai Carabinieri per maltrattamenti in famiglia, resistenza e violenza a pubblico ufficiale. E' successo il 22 ottobre scorso. Nella tarda serata, una donna di nazionalità albanese, K.F., 25enne, ha chiamato i Carabinieri dopo un litigio con il coniuge. I militari del Radiomobile di Pisa si sono così presentati nell'appartamento della famiglia, a Vecchiano. A questo punto il marito, K.I., 30enne albanese, pregiudicato, che non era a conoscenza della telefonata alle forze dell'ordine effettuata dalla moglie, alla vista dei Carabinieri ha dato in escandescenza, complice l’assunzione di alcool. L'uomo ha aggredito la figlia di 3 anni, prendendola per i capelli e minacciandola di morte rivolto verso la moglie. L’intervento dei militari per bloccare la furia delirante ha spostato l’attenzione dello straniero proprio sugli stessi Carabinieri, a loro volta aggrediti a calci e pugni.

Dopo poco però i due militari con decisione, per evitare allo sguardo della giovanissima un triste spettacolo, hanno allontanato il padre dall’abitazione e l’hanno ammanettato. K.I. è finito, quindi, al Don Bosco mentre la figlia è stata restituita alla madre.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cadavere di una donna in Arno: recupero in corso

  • Guardia di Finanza, nuovo bando da 66 posti: chi può partecipare

  • Occupazioni in varie scuole di Pisa e provincia

  • Identificato il cadavere in Arno: è dell'anziana scomparsa da Santa Maria a Monte

  • Scuole occupate, 'libero' l'Itis 'Da Vinci-Fascetti': danni e devastazione

  • Bancomat fatto esplodere: furto da 36mila euro a Casciana Terme

Torna su
PisaToday è in caricamento