rotate-mobile
Cronaca

Aggressione al finanziere a Tirrenia: "Intervenire con urgenza per evitare guai peggiori"

Sulla violenta reazione dei venditori ambulanti al sequestro della merce intervengono il presidente di Conflitorale Fabrizio Fontani ed il capogruppo Pdl in Consiglio Giovanni Garzella. Secondo loro serve una risposta immediata delle istituzioni

Grande preoccupazione espressa dall'imprenditore Fabrizio Fontani, presidente di Conflitorale Confcommercio Pisa, in merito all'aggressione ad un finanziere da parte degli ambulanti, a seguito di un sequestro di merce sulla spiaggia di Tirrenia. Mentre la giustizia segue il suo corso, con le prime due denunce ai danni di altrettanti senegalesi individuati dalle fotografie, il rappresentate dell'associazione dei commercianti avverte: "Si deve intervenire con urgenza per evitare guai peggiori".

"Restiamo allibiti e sgomenti, ma ancor più preoccupati e indignati per quanto avvenuto due giorni fa sulla piazza centrale di Tirrenia e sulla spiaggia adiacente. Una vergognosa e folle aggressione subita da un agente della Guardia di Finanza, cui va tutta la nostra totale e incondizionata solidarietà, ad opera di tre o forse più venditori abusivi, che hanno risposto con calci e pungi al tentativo di sequestro della loro merce".

Fontani chiede una presa di posizione forte da parte delle autorità: "Siamo arrivati al punto di non ritorno. Adesso tutti coloro che hanno responsabilità istituzionale e politica, debbono uscire allo scoperto e dire chiaramente, senza se e senza ma, se intendono porre la parola fine a questo incivile e indegno comportamento, la cui tolleranza diventa vera e propria complicità, se finalmente ritengono opportuno iniziare a mettere in pratica il rispetto delle leggi, come avviene in ogni altro paese del mondo".

"Chi è deputato al rispetto della legalità – continua duramente il rappresentante di Conflitorale – non può e non deve indugiare neanche un minuto di più, ma deve intervenire a stroncare questi atteggiamenti e a punirne i responsabili. Ripeto, siamo al punto di non ritorno e più nessuno potrà dire che a lamentarsi sono solo i commercianti di Tirrenia, preoccupati di vendere qualche oggetto in meno. L'episodio dimostra chiaramente che non intervenire oggi significa accettare domani fatti ancora più gravi".

E la prima reazione per il Consiglio Comunale di Pisa è del capogruppo Pdl Giovanni Garzella, che commenta: "Quello che è accaduto a Tirrenia è vergognoso! Ora non si ha più paura neanche della divisa che rappresenta lo Stato! Esprimo la nostra solidarietà al finanziere. Se non saranno prese subito azioni incisive e durature questo fatto mette in discussione lo Stato, rendendo più difficile e pericolosa l'azione delle Forze dell'Ordine. Per questo ho inoltrato al Sindaco la richiesta di farsi promotore di una convocazione urgente del  Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggressione al finanziere a Tirrenia: "Intervenire con urgenza per evitare guai peggiori"

PisaToday è in caricamento