Martedì, 28 Settembre 2021
Cronaca Montopoli in Val d'Arno

Gay aggredito, la Questura: "Nessuna chiamata al 113"

Il 18enne di San Romano aveva raccontato di aver chiamato il 113 per denunciare l'episodio ma di essere stato malamente liquidato dall'operatore. I fatti riportati inoltre risalirebbero a oltre tre mesi fa

Nessuna telefonata al 113. Inoltre i fatti si riferirebbero a più di tre mesi fa e non alla settimana scorsa come raccontato. La Questura di Pisa ha svolto gli accertamenti sull'episodio del 18enne di San Romano che aveva riferito di essere stato aggredito da un gruppo di giovani perchè omosessuale. Il ragazzo aveva raccontato di aver anche chiamato il 113 per denunciare l'accaduto ma che l'operatore del centralino lo avrebbe liquidato con un "Sono affari tra voi giovani".

Sono così partite le indagini della Questura per accertare eventuali responsabilità degli operatori del 113. La Polizia ha anche ascoltato lo stesso diciottenne che dunque ha riferito agli agenti che i fatti in questione risalirebbero a più di tre mesi fa e non alla settimana scorsa come invece lui stesso aveva raccontato. “Non corrisponde al vero - precisa inoltre il questore Alberto Francini - che egli abbia mai contattato il 113: le indagini svolte subito dopo avere appreso la notizia infatti escludono che dall’utenza cellulare del diciottenne, come da lui riferito, siano mai partite, né di recente né alla data della presunta aggressione, richieste di aiuto al 113".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gay aggredito, la Questura: "Nessuna chiamata al 113"

PisaToday è in caricamento