Cronaca

Castelfranco: picchiato selvaggiamente davanti decine di persone

L'aggressione è avvenuta in via dei Mille intorno alle 12, durante il mercato cittadino

E' stata un'aggressione che ha scioccato tutto il paese. A farne le spese un ragazzo di colore del Senegal, preso a calci, pugni e bastonate da tre uomini. La vittima è stata poi trasportata all'ospedale di Empoli, con ferite e lividi, ma non in gravi condizioni. 

E' successo la mattina di oggi, 28 maggio, intorno a mezzogiorno. Un pick up di colore verde è arrivato a forte velocità in via dei Mille, dove si è fermato di colpo. Dal mezzo sono scesi tre uomini, che prima hanno inveito contro lo straniero, poi sono passati ai fatti. Minuti di violenza a cui hanno assistito decine di passati, dato che si teneva il mercato cittadino. 

Gli aggressori poi, così come sono venuti, sono andati via. Si tratta di abitanti del posto. Secondo le informazioni derivanti dalle testimonianze avrebbero intimato alla vittima di "pagare l'affitto". Indagano i Carabinieri.

Per la gravità del fatto si è riunita alle ore 16 in seduta straordinaria la Giunta di Castelfranco. Il sindaco Gabriele Toti: "Sono rimasto sconcertato da quanto accaduto questa mattina. Un ragazzo è stato aggredito in pieno centro, mentre si stava svolgendo il mercato del lunedì, in prossimità di Piazza Garibaldi. Il giovane è stato percosso ripetutamente con una spranga da tre uomini, al momento già identificati e denunciati dai Carabinieri. L'amministrazione comunale condanna senza riserve questo scempio, un gesto di violenza inaudita e inaccettabile compiuto, oltre tutto, da soggetti recidivi, già noti per un'aggressione sconsiderata di cui si sono fatti protagonisti alcuni mesi fa".

"Non accettiamo che la nostra comunità - ha proseguito il primo cittadino - da sempre pacifica e accogliente, possa farsi testimone di gesti di tale sconsiderata brutalità. A questo punto è di estrema necessità una presa di coscienza e un intervento concreto da parte delle autorità giudiziarie, perché queste persone violente e pericolose siamo fermate una volta per tutte e non possano più ledere l'incolumità di ragazzi innocenti. Voglio comunque precisare, per le dinamiche con le quali si sono svolti i fatti, che non si tratta di un gesto dalle motivazioni razziali, quanto dettato da un comportamento criminale che lede alla dignità umana".

Il sindaco ha poi incontrato sia i rappresentanti di Cgil che della comunità senegalese, di cui fa parte il ragazzo colpito, "esprimendo la mia ferma vicinanza e condanna totale dell'accaduto. Ho inoltre parlato telefonicamente con il Prefetto di Pisa Angela Pagliuca per un confronto. E nei prossimi giorni sarà inoltre convocato un Consiglio Comunale per discutere dell'accaduto. Sono convinto che sia necessario rispondere con fermezza anche da parte del mondo imprenditoriale, perché queste persone non trovino in nessun modo un atteggiamento solidale da parte del nostro distretto, ma anzi una condanna ferma e corale, che si estrinsechi in fatti e non solo in parole".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Castelfranco: picchiato selvaggiamente davanti decine di persone

PisaToday è in caricamento