Cronaca Oratoio

La storia del 25enne Giacomo: agricoltore e ortolano ai tempi di tablet e 3D

Giacomo Scatena consegna a bordo di una Panda le cassettine multi-ortaggi, frutto del suo lavoro e della sua terra, ad una trentina di famiglie pisane: l'iniziativa ha avuto un successo incredibile

Giacomo Scatena al lavoro

L'interessante esperienza di Giacomo Scatena: 'l'ortolano della porta accanto' che gira con la sua panda bordeaux per vendere i prodotti genuini di filiera corta, prodotti dal suo ettaro e mezzo di terreno a Oratoio, alle famiglie pisane. Cavoli, biete, spinaci, pomodori, insalata e zucchine sono i frutti del suo orto e del suo lavoro. "In pochi mesi sono passato da una decina di famiglie ad una trentina - racconta il ragazzo - il passaparola mi è di grande aiuto e sta ampliando il mio giro".

Giacomo, perito agrario non ancora 25enne, appartiene a quella categoria di giovani che hanno voluto verdure-2fare gli agricoltori per scelta. I terreni che coltiva sono stati prima di suo nonno, oggi sono i suoi: "Nessuno mi ha obbligato, e tanto meno sono stato spinto dalla crisi o dalla mancanza di un lavoro - ammette orgoglioso - sono sempre stato nei campi insieme a mio nonno e mio babbo. Mi è sempre piaciuto. Questa vita me la sono scelta".

Giacomo non ha inventato nulla di nuovo, eppure la sua idea, nell'era del tablet e del 3D sta riscuotendo un successo incredibile. "Tante famiglie lavorano e non hanno tempo per fare la spesa - continua a raccontare Giacomo -  io cerco di facilitargli questa parte della vita quotidiana". Giacomo consegna 2-3 volte la settimana, ad una trentina di famiglie in determinati punti della città alle porte di Pisa, le sue cassettine multi-prodotto.

Non è più un mistero che la filiera agricola sta ricostruendo parte del futuro dell’agricoltura: non è solo più conveniente ed ecologica perché brucia meno CO2 nel trasporto, ma dura anche di più. Nelle cassettine ci sono quasi 10 chilogrammi di verdura di stagione bellissima, appena colta, che copre il consumo medio di 5-7 giorni di ogni famiglia.

"È un esempio di come la filiera corta abbia il merito di aver riacceso l'entusiasmo dell'agricoltura, dei giovani che ci vedono un futuro e anche del consumatore - spiega il presidente Provinciale Coldiretti Fabrizio Filippi - in provincia di Pisa, a Cascina, Ponsacco e Pontedera, abbiamo aperto ben 7 appuntamenti settimanali con i mercati di Campagna Amica a prova e dimostrazione che c'è tanta voglia di mangiare sano e soprattutto mangiare locale. Il nostro obiettivo è aiutare le imprese a creare reddito e garantire al consumatore prodotti sani, stagionali, freschi, sicuri".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La storia del 25enne Giacomo: agricoltore e ortolano ai tempi di tablet e 3D

PisaToday è in caricamento