Aeroporto 'G. Galilei': Alitalia sposta i voli per Roma a Firenze

La decisione è stata comunicata dalla stessa compagnia di bandiera con una nota inviata ai giornali. Si accende la polemica politica

Fa discutere la decisione di Alitalia di spostare il collegamento per Roma-Fiumicino dall'aeroporto di Pisa a quello di Firenze. Una scelta che diventerà operativa dal primo luglio e che è stata diffusa ieri, 12 giugno, dalla stessa compagnia di bandiera con una nota inviata alla stampa. Tra i primi a prendere posizione c'è l'ex sindaco di Pisa, Marco Filippeschi, che chiede alla città di mobilitarsi. "Cosa sta accadendo? Nessuno era informato? Questa notizia - scrive Filippeschi in una nota - è un duro colpo per la città. Da Firenze si va a Roma con l'alta velocità ferroviaria e già il nostro problema sono i mancati investimenti per collegare velocemente Pisa e l'area costiera a Firenze. La città si deve mobilitare, unita nella chiarezza, per chiedere ragione di una decisione assurda e penalizzante in una logica regionale. Tutte le forze politiche e tutti i rappresentanti nelle istituzioni devono prendere una posizione chiara e precisi impegni. In vista delle elezioni per la Regione tutti dovranno essere misurati dai cittadini per gli impegni assunti da scrivere nero su bianco nei programmi e non si potrà tenere una posizione a Pisa e un'altra, diversa, a Firenze. Servono serietà e impegno, soprattutto oggi, quando ci sono da vincere sfide molto difficili, per gli effetti della pandemia".

A parlare di "triste notizia" sono i consiglieri comunali del M5S, Gabriele Amore e Alessandro Tolaini. "Non è la prima volta che assistiamo a una simile decisione. Negli scorsi anni - affermano i consiglieri - lo scalo pisano ha già perduto altre compagnie di rilievo come Iberia e Air France. Questa è l'ennesima riprova della volontà di favorire l'aeroporto di Peretola a discapito dello scalo Pisano. Come Movimento 5 Stelle rimaniamo fermamente contrari all'ampliamento del nuovo aeroporto di Firenze. La porta della Toscana è e deve rimanere l'aeroporto di Pisa".

Sulla vicenda interviene anche il Sindacato Generale di Base. "Quali sono le motivazioni di questa decisione - si chiede il Sindacato Generale di Base - che si ripercuote negativamente sullo scalo pisano? Pisa perde due voli e l'opportunità di far ritornare lavoratori in appalto dagli ammortizzatori sociali. Non è nostra intenzione scatenare campanilismi fermo restando che su Firenze transitano già numerosi voli merci. Cosa ha da dire la Regione Toscana e Toscana areoporti?"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Giani annuncia: "Dal 4 dicembre Toscana zona arancione"

  • Più spostamenti in un comune diverso: ordinanza regionale in vista della zona arancione

  • Toscana zona rossa, scende l'indice Rt: "Zona gialla prima di Natale"

  • Comune di Pisa: nuovi bandi per assumere un falegname, un elettricista e un agronomo

  • "Pronto Polizia, non abbiamo più niente da mangiare", e gli agenti donano due pizze

  • Coronavirus in Toscana: quasi 1.200 nuovi positivi, 236 a Pisa

Torna su
PisaToday è in caricamento