Cronaca Cisanello / Via Walter Tobagi

Cisanello sott'acqua il 24 agosto, residenti sul piede di guerra: "Colpa delle fogne mai pulite"

Recapitata in Comune la diffida che invita amministrazione, Consorzio Fiumi e Fossi e Acque Spa a pulire le fogne pubbliche in via Cisanello, via Finlandia e via Tobagi. Denunciati oltre 300mila euro di danni. Presto una riunione di 140 proprietari

Gli allagamenti per il maltempo dello scorso 24 agosto sono ancora ben presenti nelle menti e nelle tasche dei residenti di Cisanello. La responsabilità per quanto accaduto non sarebbe frutto dell'abbondanza straordinaria delle precipitazioni, ma legata all'incuria del sistema fognario che interessa via Finlandia, via Tobagi e via Cisanello, nella zona della Coop. Il problema e la paura di nuovi danni inoltre si ripete ad ogni precipitazione prolungata o intensa.

Ad affermarlo è la diffida giunta oggi a Palazzo Gambacorti firmata dall'avvocato Linda Sozzi, anche lei residente nel quartiere. Un primo avvertimento di un procedimento che potrebbe interessare i circa 140 proprietari del Condominio via Finlandia-via Cisanello. Il 28 ottobre prossimo infatti l'iniziativa verrà presentata agli altri residenti per chiedere la pulizia delle fogne, con possibili azioni legali per i danni "dipendenti esclusivamente dall'incuria pluriennale del patrimonio pubblico e dovuti all'assenza di qualsivoglia manutenzione dei condotti fognari della zona".

FOGNE OSTRUITE. Ricostruisce la diffida: "Le fogne condominiali (private ndr) erano perfettamente pulite, il sistema di pompaggio condominiale delle acque per i piani interrati era perfettamente efficiente. La rete fognaria comunale ha scaricato nella proprietà condominiale tutta l'acqua piovuta dal cielo nell'intero quartiere. In data 26.08.2015, unitamente a diversi testimoni e ad una ditta specializzata non pisana, abbiamo potuto constatare che le tubazioni della rete fognaria pubblica lato Coop (Via Tobagi), via Finlandia e via Cisanello, il cui diametro medio dovrebbe essere di circa 50 cm, in realtà risultano quasi completamente ostruite per l'intero tratto".

Oltre al danno, la beffa di essere stati lasciati soli. "Abbiamo sperato e confidato almeno in un tardivo intervento di ripulitura della rete fognaria pubblica, ma il 14 ottobre abbiamo capito che gli unici interventi che intendete fornire (i destinatari della diffida, amministrazione, Consorzio Fiumi e Fossi e Acque Spa ndr) sono l'invio della Polizia Municipale per il posizionamento delle transenne quando l'acqua invade la pubblica via o, dopo gli allagamenti, per multare i cittadini che ripuliscono i garage e le cantine".

DANNI. Come residente l'avvocato Linda Sozzi è stata coinvolta direttamente, con il condominio che ha subìto ingenti danni: "Ad una prima stima saranno 100mila euro i danni comuni, fra cantine, giardini, locali autoclave e caldaia, più tutti quelli alle proprietà private. Sommerse le unità immobiliari al piano terra, 5 auto, i macchinari della palestra qua vicino, anche il mio studio appena ristrutturato e tanto altro... ottimisticamente saranno in tutto almeno 300mila euro complessivi di danni".

"Ci siamo confrontati e stiamo cercando di unire i proprietari - spiega l'avvocato - è incredibile come qua ci sia stata questa ecatombe nell'indifferenza più totale dell'amministrazione. Questo complesso è stato costruito negli anni '80 leggermente sotto elevato, poi c'è stata la cementificazione, ma a memoria d'uomo da quel tempo nessuno si ricorda che le fogne siano mai state pulite". Il primo obiettivo adesso è di avere una presa di posizione da parte del Comune e di Acque Spa, unita ovviamente alla pulizia dei condotti di scarico.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cisanello sott'acqua il 24 agosto, residenti sul piede di guerra: "Colpa delle fogne mai pulite"

PisaToday è in caricamento