Maltempo: estesa l'allerta meteo per temporali e rischio idrogeologico

Le precipitazioni degli ultimi giorni hanno aumentato il rischio di frane ed esondazioni. L'avviso è valido fino alla fine di lunedì

Domenica di pioggia, che dalle zone meridionali si allargherà nel corso del pomeriggio al resto della regione. Così la Sala operativa della Protezione civile regionale ha esteso il codice giallo emesso ieri a quasi tutta la Toscana, dalle 15 di oggi fino a mezzogiorno di lunedì 28 settembre. Rimane fuori, codice verde, solo la Lunigiana, la Garfagnana e il tratto di costa più a nord.

Il rischio è principalmente idrogeologico e idraulico del reticolo minore, ovvero frane e esondazioni, per via dei terreni imbevuti dalle precipitazioni degli ultimi giorni e i corsi d'acqua già carichi. Ma c'è pure un rischio per temporali forti, attesi nelle zone più prossime alla foce dell'Arno, sull'Arcipelago e all'Argentario, lungo praticamente quasi tutta la costa, e nell'entroterra nella parte più meridionale della provincia di Pisa, sulle Colline metallifere e nel grossetano: fenomeni non particolarmente intensi ma localmente anche persistenti e accompagnati da grandinate o colpi di vento.

Lunedì è prevista una residua instabilità sulla costa centro-meridionale e le isole, dove non si escludono locali temporali, anche forti. Intanto la temperatura parecchio al di sotto della media stagionale ha portato nella notte ad una nevicata inaspettata sul Monte Amiata, senza comunque provocare disagi.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Toscana: quasi 1900 nuovi casi e 44 decessi

  • Toscana zona rossa, la denuncia di Confesercenti: "Concorrenza sleale della grande distribuzione"

  • Coronavirus, il governatore Giani: "Nei prossimi giorni chiederemo di tornare in zona arancione"

  • Coronavirus in Toscana: 2.200 casi, 48 decessi

  • Lutto nel commercio pisano: addio a Roberto Salvini, titolare del bar alle Piagge

  • Coronavirus in Toscana, oltre 1900 i nuovi contagi: calano i ricoveri

Torna su
PisaToday è in caricamento