Alloggi Erp a Pisa: ripartiti i cantieri di Sant'Ermete e I Passi

Slittano le date di fine lavori per lo stop legato al Covid. Gambaccini: "Monitoreremo affinché i canteri proseguano a lavorare a pieno ritmo"

Il cantiere sulla via Emilia a Sant'Ermete

Sono ripartiti martedì scorso i cantieri per la costruzione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica nel quartiere di Sant’Ermete, bloccati dal mese di marzo in base alle disposizioni previste dal Dpcm del 22 marzo che imponeva lo stop ai cantieri edili, insieme a tutte le altre attività produttive ed economiche, come misura di contenimento della diffusione del Covid-19. Con l’emanazione del Dpcm del 26 aprile sulla 'fase 2', che autorizza la ripartenza dei cantieri edili, sono ripresi i due cantieri in corso a Sant’Ermete per la realizzazione di 39 più 33 nuovi alloggi popolari, e ripartirà la prossima settimana anche il cantiere per la costruzione di 18 appartamenti a I Passi. Sono invece ultimati gli 11 nuovi appartamenti al Cep, che a breve saranno assegnati.

A Sant'Ermete è quasi completato il cantiere dei 39 alloggi partito a marzo del 2018. Il fabbricato è stato interamente completato, effettuati i tamponamenti esterni, le partizioni interne degli alloggi, mentre sono in corso i lavori per realizzare gli impianti termici ed elettrici delle singole abitazioni, oltre a rivestimenti e rifiniture. La fine dei lavori, prevista per il mese di giugno, dopo lo stop di circa due mesi, è rimandata ai mesi di settembre-ottobre. Per quanto riguarda l’altro cantiere di Sant’Ermete, che prevede la realizzazione di 33 appartamenti, i lavori, partiti nell’estate 2018, riguardano ancora la fase di realizzazione del fabbricato, dove è stato ultimato il piano terra e deve essere adesso montata la struttura in acciaio. In questo caso la fine del cantiere, preventivata per fine 2020, slitterà ai primi mesi del 2021. Il progetto complessivo prevede la realizzazione di 264 nuovi alloggi entro il 2025, che sostituiscono i vecchi fabbricati.

A I Passi sono quasi ultimate le strutture esterne che contengono i 18 nuovi alloggi in via di costruzione. Il cantiere ripartirà con molta probabilità dalla prossima settimana, una volta ottenuto il nulla osta da Sviluppo Toscana per una modifica al progetto iniziale. Mancano da realizzare gli impianti termici ed elettrici, le partizioni interne degli alloggi, le rifiniture, oltre alla sistemazione di impianti di fognatura e spazi esterni. La fine lavori, prevista per gennaio 2021, slitterà a marzo.

Al Cep sono invece completati gli 11 nuovi alloggi popolari realizzati in via Vecelio, dove manca di realizzare soltanto gli allacciamenti per le utenze, fermi dal mese di marzo per lo stop imposto dal Coronavirus. Si tratta di due edifici articolati su quattro piani, con posti auto coperti al piano terreno, realizzati con particolare attenzione al contenimento energetico. Una volta conclusi gli allacci, entro le prossime settimane, gli appartamenti saranno pronti per essere assegnati.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Dopo lo stop di circa due mesi ai lavori in tutti i cantieri di Edilizia residenziale pubblica imposto dall’emergenza sanitaria legata alla pandemia - dichiara l’assessore alle politiche abitative Gianna Gambaccini - esprimo piena soddisfazione per la ripartenza dei lavori, che avverranno nel rispetto delle misure di sicurezza previste dal decreto legge sulla ripresa delle attività. Monitoreremo con i nostri uffici che i cantieri proseguano a lavorare in continuità e senza ulteriori rallentamenti, affinché le consegne degli alloggi alle famiglie destinatarie non subiscano ulteriori ritardi. Soprattutto per i cantieri di Sant’Ermete si tratta di un progetto che la città attende da anni, che comporta una complessiva riqualificazione del quartiere, con la sostituzione dei vecchi edifici ormai insalubri, la costruzione dei nuovi palazzi e la realizzazione della nuova piazza con aree a verde e nuovi spazi aggregativi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto nella notte a San Piero a Grado: muore 26enne

  • Ripartenza scuola e Coronavirus: mezza classe del liceo in quarantena a Pontedera

  • Cadavere di un anziano trovato in un fosso in zona La Fontina

  • Coronavirus in Toscana, 143 nuovi casi: 38 positivi in più a Pisa

  • Cosa fare a Pisa nel weekend: gli eventi del 19 e 20 settembre

  • Piogge e temporali in Toscana: scatta l'allerta meteo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento