Cronaca Via Maremmana

Alluvione a Ponsacco, fango nel quartiere: si cerca di tornare alla normalità

Dopo la tracimazione del fiume Era, i cittadini, aiutati dalla Protezione Civile, sono al lavoro per risistemare case, scantinati e garage. Sono una trentina le persone che hanno passato la notte a casa di parenti e amici

E’ il momento di rimboccarsi le maniche. Il giorno dopo l’alluvione che ha colpito la zona sud-est della città, gli abitanti di Ponsacco cercano di ripartire, di spazzare via oltre agli ultimi residui di acqua e fango, anche il ricordo di una giornata difficile, iniziata ieri mattina quando l’Era ha rotto un argine e si è riversato nel quartiere di Ponsacco, proprio a ridosso del centro città. Acqua e fango nelle case e nei negozi. Abbiamo fatto un giro nel paese: ovunque, nella zona colpita, abitanti armati di stivali e guanti per pulire e cercare di salvare il salvabile.

C’è chi si è visto il garage oppure la cantina alluvionati, o chi, peggio, direttamente l’abitazione. Molte case infatti sono a piano terra e l’acqua inevitabilmente ha trovato il passaggio per entrare e fare danni. Stiamo parlando di via Chiavaccini, via della Robbia e via Maremmana, le strade più a ridosso del corso d’acqua.

Roba ammassata ovunque sui marciapiedi, sacchi di sabbia usati, per quanto possibile, per limitare i danni, mezzi di Protezione Civile e Vigili del Fuoco. C’è gran subbuglio in paese. Tutti si danno da fare e si aiutano a vicenda. Un pallido sole incoraggia a guardare avanti. Ponsacco ha voglia di ripartire.

L'ERA ROMPE L'ARGINE: IL VIDEO

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alluvione a Ponsacco, fango nel quartiere: si cerca di tornare alla normalità

PisaToday è in caricamento