rotate-mobile
Domenica, 21 Aprile 2024
Cronaca Volterra

Alluvione a Volterra, si contano i danni: in corso i sopralluoghi sulle strade e nelle scuole

La 439 dir dovrebbe riaprire a mezzogiorno, mentre le scuole della frazione di Saline, colpita dall'esondazione del Cecina, torneranno ad accogliere i ragazzi lunedì. Riaperta già venerdì la scuola media. Il sindaco: "Grazie a chi ci ha aiutato"

Passate le prime concitate fasi, a Volterra si continua a lavorare e a contare i danni dopo l'alluvione che ieri mattina ha colpito la frazione di Saline di Volterra, a causa dell'esondazione del Cecina. Il forte nubifragio, che ha depositato al suolo 108 mm di acqua, ha provocato anche decine di frane e smottamenti in tutto il territorio. Fuori dagli argini anche il fiume Era, nella zona di Molino d'Era, che ha costretto ad interrompere la viabilità sulla 439 dir. Sono in corso i sopralluoghi: la strada dovrebbe riaprire intorno a mezzogiorno.

SCUOLE. Sopralluoghi anche nelle scuole di Saline. Riapriranno lunedì la scuola elementare e l'asilo di Saline di Volterra e la scuola elementare e l'asilo di Villamagna. Ha già riaperto oggi invece la scuola media di Saline.

Alluvione a Saline di Volterra (foto Fb Monia Poli)



"Grazie a tutti quelli che si sono rimboccati le maniche, che si sono impegnati come volontari, che preferiscono aiutare invece di pontificare in ogni occasione - ha affermato il sindaco Marco Buselli - un grazie particolare ai Vigili del Fuoco, sempre in prima linea, come stamani (ieri, ndr) per l'evacuazione di una bambina dalla scuola a Saline di Volterra La comunità volterrana vi è grata".

Una prima stima di danni parla di oltre un milione di euro. Nei prossimi giorni verranno effettuate le valutazioni più precise. L'amministrazione comunale di Volterra ha chiesto alla Regione Toscana lo stato di emergenza.

Maltempo: allagamenti nel volterrano

AGRICOLTURA. Dopo il fiume Cecina, esondato in seguito alle forte ed insistente precipitazioni cadute tra domenica e lunedì, a ruggire ora è il fiume Era. Allagate le aziende agricole che si trovano nelle vicinanze del fiume che in queste ore è 'tracimato' facendo finire sotto una ventina di centimetri di acqua e fango decine di ettari di terreni agricoli, insieme ad alcune stalle, magazzini e annessi agricoli. E’ Coldiretti a tracciare un bilancio della complicata situazione che in questi ultimi quattro giorni hanno coinvolto purtroppo la Provincia di Pisa con danni e disagi che hanno interessato numerose aziende agricole che si affacciano sui principali affluenti. A rischiare grosso, questa volta, è stata un’azienda zootecnica che si trova a Volterra che ha manifestato tutti i suoi timori in una lettera inviata in queste ore al Consorzio di Bonifica della Vald’Era per denunciare lo stato di scarsa manutenzione del fiume che ha contribuito a far traboccare l’acqua dagli argini con gravi ripercussioni per le coltivazioni e le strutture. Nella lettera, l’azienda denuncia, insieme alla presenza di piante infestanti anche di alto fusto, il progressivo innalzamento dell’alveo determinante per le numerose esondazioni che invadono i terreni agricoli rendendoli inutilizzabili per lungo tempo.

Continua a salire l’ammontare dei danni nella Provincia di Pisa dove Coldiretti aveva già segnalato, negli scorsi giorni, disagi e difficoltà nella zona tra Pomarance e Ponteginori con l’allagamento di fienili e stalle. Inondati anche i campi, poco distanti, di un paio di aziende agricole che producono cereali biologici destinati alla produzione di farine per scopo alimentare. Numerose le frane e gli smottamenti che rendono difficile l’accesso ai poderi. "In una provincia dove il 100% dei comuni è a rischio idrogeologico è necessario accelerare - spiega Coldiretti - per mettere in sicurezza un territorio diventato ancora più fragile con l’inasprimento dei cambiamenti climatici. Un ruolo chiave per la manutenzione e la gestione puntuale di una parte della rete idrica è auspicabile - continua Coldiretti - che sia affidato in futuro alle imprese agricole coniugando così l’esperienza e la conoscenza del territorio dove sono chiamate ad intervenire e presidiare".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alluvione a Volterra, si contano i danni: in corso i sopralluoghi sulle strade e nelle scuole

PisaToday è in caricamento