Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca

High-Tech: l'alta tecnologia porta la provincia ad alti livelli regionali

Il quadro sull’alta tecnologia in provincia di Pisa è emerso da un'analisi condotta dall’ufficio studi e statistica della Camera d i Commercio: la città è la seconda importante realtà regionale

Con 240 imprese per 4500 addetti, la provincia di Pisa è la seconda realtà regionale dopo Firenze con il 18,3% delle imprese e il 13,6% degli occupati in Toscana.Tra unità locali ed imprese, quasi 4.500 addetti ed un fatturato pari all’8,4% di quello stimato a livello regionale: questo il quadro strutturale dell’alta tecnologia in provincia che emerge da un'analisi condotta dall’Ufficio Studi e statistica della Camera di Commercio sui dati dell'Osservatorio delle mprese High-Tech toscane.

Oltre ad una ricostruzione dell’universo dell’alta tecnologia, è stata realizzata un’indagine su 251 tra unità locali ed imprese pisane, di cui 169 ad alta tecnologia, distinte fra high-tech “gold” (44,6%), con una elevata propensione all’innovazione ed un alto sviluppo di competenze (umane e finanziarie) in ricerca e sviluppo – ed high-tech silver (22,7%), che mostrano una elevata propensione all’innovazione ma una minore tendenza, rispetto alle precedenti, a sviluppare competenze in R&S. L’indagine ha rivelato come le imprese gold, con 13,7 addetti per unità locale, siano mediamente più piccole delle silver, che contano invece una dimensione media di 23,5 addetti  ma occupano una quota più elevata di lavoratori impegnati in attività di ricerca e sviluppo: il 49,3% contro il 34,2%.

Un ulteriore elemento distintivo delle imprese high-tech gold è rappresentato dalla capacità di intrattenere scambi commerciali con l’estero: il 38% delle imprese di questa categoria risulta infatti esportatrice e la quota media di fatturato prodotta all’estero raggiunge il 17%.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

High-Tech: l'alta tecnologia porta la provincia ad alti livelli regionali

PisaToday è in caricamento