Venerdì, 25 Giugno 2021
Cronaca

Amianto nell'area ex Gozzini di Santa Croce, M5S denuncia: "discarica a cielo aperto"

Il Movimento Cinque Stelle di Santa Croce denuncia l'Amministrazione comunale, Asl e Arpat per non essersi mai preoccupati seriamente dell'emergenza amianto nell'area Ex Gozzini. Qualcosa si è mosso solo dopo l'ultima istanza del Movimento

Il Movimento 5 Stelle torna sulla vicenda dell'amianto nell'ex area Gozzini di Santa Croce, affermando che a seguito della loro ultima istanza qualcosa si è mosso: sembrebbe che i commissari liquidatori della cooperativa Primavera 90, messa in liquidazione coatta amministrativa, abbiano appaltato a una ditta specializzata, alcuni lavori per la messa in sicurezza e la bonifica dell’area. I Grillini spiegano come nel corso del tempo l'area Ex Gozzini sia diventata "un'mmensa discarica di coperture in amianto a cielo aperto".

"In pochi giorni la ditta appaltatrice ha messo in atto le prime opere di messa in sicurezza che gli erano state richieste da anni - fanno sapere dal Movimento - Sono stati occlusi gli accessi dalle vie adiacenti, sono state messe in sicurezza le vasche piene di acqua ammalorata presenti all’interno ed è stato rimosso qualche accumolo di immondizia visibile dall’esterno. Però l'Amministrazione comunale di Santa Croce, l'A.S.L.11 e ARPAT, non hanno mai preso sul serio l'emergenza di rischio contaminazione da amianto. Già nel 2004, i primi controlli ambientali vennero eseguiti solo in seguito ad una denuncia fatta da privati cittadini. Negli anni poi si sono susseguite varie denunce dei residenti, che sono tutte cadute nel vuoto. Oggi la storia si ripete, nonostante qualche palliativo di messa insicurezza adottato, l'amianto resta al suo posto".

Il M5S continua l'attacco verso l'Amministrazione, Arpat e Asl, ricordando che erano a conoscenza del superamento delle concentrazioni soglia di contaminazione del suolo e del sottosuolo in alcune parti dell'area, già dal 2008. I dati attestanti la  presenza di vari agenti furono evidenziati dalle indagini preliminari, redatte da geologi ed allegate agli atti processuali del fallimento della Cooperativa Primavera '90.  

"A nostro avviso - concludono - a destare il grave allarme è il rischio contaminazione di amianto presente. L'area Ex Officine Gozzini è un sito potenzialmente inquinato, aggravato dal superamento degli indici di rischio per le coperture in cemento-amianto. Non accettiamo quindi le dichiarazioni fatte dall'Amministrazione riguardo la vicenda, in quanto a nostro avviso l'Amministrazione è tenuta per legge, al fine di garantire la salute pubblica, ad agire celermente". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Amianto nell'area ex Gozzini di Santa Croce, M5S denuncia: "discarica a cielo aperto"

PisaToday è in caricamento