rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Cronaca

I Balestrieri di Porta San Marco entrano nella Federazione nazionale

La compagnia pisana è stata ammessa all'unanimità dopo un attento e dettagliato esame

E’ il presidente Cristiano Scarpellini a darne l’annuncio, orgoglioso del prestigioso obiettivo raggiunto. La Federazione Italiana Balestrieri è la più antica federazione di balestrieri che nacque ad Arezzo nel febbraio del 1966 dalla volontà dei presidenti delle Compagnie di Gubbio, San Sepolcro, Massa Marittima e la Repubblica di San Marino. Nel 1972 fu ammessa la Compagnia Balestrieri di Lucca, ma nel 2009 uscirono le Compagnie di Sansepolcro e Gubbio. Ora con l’ammissione dei Balestrieri di Porta San Marco di Pisa e la Compagnia Di Volterra, la Fib torna a contare cinque città federate, sotto la guida prestigiosa del presidente Marino Rossi confermato alla guida per il prossimo triennio.

"Siamo stati attentamente esaminati, come prassi per ottenere l’accesso, da tutte le Compagnie Federate Aderenti che hanno votato favorevolmente ed all’unanimità la nostra ammissione, sicuramente anche quale riconoscimento per il lavoro svolto sul territorio dove il nostro gruppo è riuscito a realizzare due grandi eventi rievocativi nel 2021, seppur in presenza di difficoltà legate alla pandemia - continua il presidente Scarpellini - ci presenteremo in tale alto sodalizio, con l’umiltà che ci contraddistingue, consapevoli di dover ancora fare molto cammino per raggiungere i livelli più alti delle Compagnie da anni presenti nella Federazione".

Soddisfatto il segretario Renzo Ciangherotti per il salto di qualità ed il lavoro profuso dal gruppo in soli due anni dalla sua costituzione. "Abbiamo puntato sulla
qualità e sui contenuti culturali e storici degli eventi da noi realizzati. Abbiamo raccontato alla città la storia di Porta San Marco, dell'eroica Seconda Repubblica Pisana (1494/1509), gli assedi respinti da tutto il popolo al bastione Stampace (1499), la successiva sconfitta dell’esercito francese nell’assedio del luglio 1500, abbiamo voluto dare motivazioni ed emozioni al nostro tirar di balestra". "Per essere ammessi nella Federazione deve essere prodotta adeguata
documentazione storica, avvalorata da documenti originali, attestanti non solo l’esistenza di balestrieri, ma anche la loro organizzazione e l’attenzione con cui questi specialisti venivano considerati dalla loro Repubblica. E’ stato entusiasmante anche questo percorso di scoperta, reso più agevole dall’apporto Balestrieri di Porta San Marco 'Malo mori quam foedari' dello Studio di Ricerche Bibliografiche VitArs che ringraziamo per la disponibilità" conclude il segretario.

"Abbiamo indubbiamente scelto la via più difficile ed impegnativa, ma siamo certi, portando a Pisa un risultato così importante, di ridare entusiasmo e vitalità a tutti gli ambienti rievocativi della città. Dovrà essere uno stimolo ed un orgoglio per tutti, in primis per il Comune che vede una sua Associazione assurgere a livelli nazionali di eccellenza" auspica il Presidente Scarpellini. Tra gli appuntamenti importanti e significativi, la ratifica delle ammissioni in forma solenne in sede da destinarsi, e atteso ed ambitissimo il Campionato Nazionale del 2 luglio a Massa Marittima, in notturna in una cornice altamente suggestiva.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I Balestrieri di Porta San Marco entrano nella Federazione nazionale

PisaToday è in caricamento