Cronaca

Castelfranco di Sotto in lutto, è morto l'ex assessore Bertoncini

Il ricordo e il dolore del sindaco Toti per la scomparsa di "un Amico con la A maiuscola"

Lutto a Castelfranco di Sotto per la prematura scomparsa di Antonio Bertoncini, ex assessore del Comune.
"La notizia mi ha raggiunto nella notte. Poche parole inequivocabili. Quel messaggino che sarebbe arrivato come l'epilogo di una malattia repentina che non ha lasciato scampo - commenta il sindaco Gabriele Toti - così Antonio Bertoncini è deceduto. Sono ancora incredulo e mi fa male persino scriverlo. Mi passano davanti in un veloce susseguirsi di immagini, aneddoti, confronti, lunghe chiacchierate, richieste di consigli, scelte discusse e compiute. Sono i tanti anni trascorsi insieme in politica e nell’amministrazione comunale fianco a fianco che volano via in un istante. Un rapporto, il nostro, vissuto negli ultimi 15-20 anni: la condivisione con l'esperienza politica nella Margherita, poi 15 anni insieme in Consiglio comunale e di questi 10 insieme in Giunta. Ne abbiamo passate ed affrontate tante insieme. Potrei scriverci un libro".

"In tutto questo tempo sapevo che Antonio c'era, accanto a me, a darmi una mano, ad aiutarmi in tutte le occasioni, a darmi qualche suggerimento, a dirmi come la pensano davvero fuori 'dal comune'. Se dovessi riassumere direi che per me era un Amico, con la A maiuscola: di quelli veri di cui ne hai pochi davvero. Un amico con cui ti confronti, pensarla diversamente (è capitato poche volte in realtà...), sapendo che poi alla fine, lui era sempre lì. Una persona che non ti abbandona o ti gira le spalle - prosegue il primo cittadino - per questo ora il sentimento più forte per me è quello del dolore profondo. Avevo capito negli ultimi giorni che questo sarebbe stato l'epilogo, ma non riesco ad abituarmi all’idea che Antonio non sia più con noi.
Mando un forte abbraccio alla sua famiglia a me cara".


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Castelfranco di Sotto in lutto, è morto l'ex assessore Bertoncini

PisaToday è in caricamento