Cronaca Santa Croce sull'Arno / Via Carlo Marx

Schiacciato dal camion, il collega: "Non mi sono accorto di niente"

Antonio Cerri, 52 anni, abitava a Riglione, lascia la moglie e due figli. Il collega che era con lui al momento dell'incidente stava manovrando il braccio meccanico di una gru

Ha aperto il portellone posteriore del furgone, mentre un collega stava manovrando il braccio meccanico di una gru. Il camion ad un certo punto si sarebbe mosso, travolgendo Antonio Cerri, il 52enne di Riglione, morto questa mattina mentre insieme ad un collega stava lavorando ad un pozzo a Staffoli. La vittima, dipendente di Acque Servizi, lascia la moglie e due figli. "Non mi sono accorto di niente" ha detto il collega di Cerri in lacrime, mentre abbracciava la moglie, giunta successivamente sul posto.


L'incidente riporta all'attenzione l'importante tema della sicurezza sui luoghi di lavoro. "Esprimiamo sgomento e rabbia per l’ennesimo incidente mortale avvenuto sul luogo di lavoro - afferma in una nota la Cgil provinciale - la dinamica, tanto banale quanto tragica, riporta in primo piano anche nel nostro territorio il tema della sicurezza troppo spesso sottovalutato. La Cgil di Pisa esprime il proprio cordoglio alla famiglia della vittima".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Schiacciato dal camion, il collega: "Non mi sono accorto di niente"

PisaToday è in caricamento