rotate-mobile
Domenica, 26 Maggio 2024
Cronaca Marina di Pisa

La Fondazione Stella Maris festeggia l'apertura del presidio riabilitativo di Marina di Pisa

Domenica 27 marzo ha chiuso definitivamente i battenti la struttura di Montalto di Fauglia

Sono entrati alle 15.30 di domenica 27 marzo insieme agli infermieri, agli educatori, agli operatori sanitari, ai tecnici e ai dirigenti che per giorni hanno lavorato affinché il trasloco si compisse nel migliore dei modi. Con loro anche il presidente della Fondazione Stella Maris, l’avvocato Giuliano Maffei. "Abbiamo voluto che fosse un momento di grande festa - dice la la direttrice del presidio, la dottoressa Graziella Bertini - i ragazzi e gli adulti hanno lasciato quella che per molti di loro è stata davvero una casa per tanti anni, tra i palloncini colorati e in un clima di gioia. Con il pullman abbiamo lasciato Montalto di Fauglia per andare a Marina di Pisa". Sui volti degli oltre 50 ospiti lo stupore e la sorpresa di scoprire la loro moderna 'casa' con camere nuovissime dotate di arredi colorati e tutti i comfort, ampi spazi inondati di luce, ambulatori moderni con tutte le dotazioni più avanzate, spazi mensa luminosi e gioiosi e aree differenziate come prescrivono le norme anti-Covid, solo per citarne alcuni.

"Un cambio così radicale per i nostri ragazzi poteva non essere facile - prosegue Bertini - per questo li stiamo preparando da mesi. Abbiamo ospiti che da 30 anni vivono a Montalto. Questo trasloco poteva scombussolare le loro abitudini, le loro routine, ma eravamo sicuri che i nostri pazienti come sempre fanno nei momenti difficili ci stupiscono. Lo abbiamo visto nei tanti momenti comuni: dalle gite, alle vacanze lontane da Montalto, durante i durissimi mesi del Covid,. Siamo felici che tutto sia andato bene. Ringrazio tutti gli operatori che si sono prodigati affinché questo trasferimento avvenisse nel migliore di modi, così come ringrazio la Fondazione Stella Maris per averci permesso di operare e di accogliere i nostri ragazzi in una sede modernissima e avanzata sotto ogni profilo". Così, in un pomeriggio di palpitazione e di gioia è avvenuto il trasferimento di tutti i ragazzi di Montalto al Presidio Riabilitativo di Marina di Pisa (Istituto Riabilitativo e Residenza Sanitaria per Disabili), che prossimamente sarà dedicato a Mario Marianelli, imprenditore del settore conciario, grande amante dell’arte e benefattore. Il complesso di Marina di Pisa, dopo gli importanti lavori di ristrutturazione e di ampliamento, è ora non solo una struttura tecnologicamente avanzata ma anche green. E’ infatti dotata di pannelli solari che consentono di produrre energia per una piccola porzione del Presidio, di un sistema di climatizzazione di nuova generazione. "Tecnologia, bellezza e cuore, questa è la Fondazione Stella Maris che rappresento e che ringrazio" conclude la dottoressa Bertini.

"Abbiamo preferito fare il trasloco da Fauglia a Marina di Pisa nella massima discrezione, riservatezza e semplicità - dice il presidente della Fondazione Stella Maris Giuliano Maffei - ed anche con un po' di sana scaramanzia, visto che per ben due volte abbiamo dovuto rinunciare alle già previste inaugurazioni del nuovo Centro a causa del Covid. Appena possibile, un po’ ambientati, faremo l’intitolazione di questo bellissimo Centro riabilitativo, sicuramente uno dei più belli e all’avanguardia della Toscana, al caro amico Mario Marianelli in una cerimonia che farà cogliere il senso più profondo della missione di Stella Maris verso le persone con fragilità neuropsichiatrica. Grazie di cuore sin da ora alla dottoressa Graziella Bertini e a tutti gli operatori della sua squadra che con grande volontà, abnegazione ed amore verso i ragazzi e gli adulti nostri ospiti hanno provveduto a questo impegnativo trasferimento". "Esprimiamo molta soddisfazione per il trasferimento del Centro di Montalto a Marina di Pisa.- dichiara il dottor Roberto Cutajar, Direttore generale della Fondazione Stella Maris - è un importante risultato, raggiunto attraverso una determinazione costante della Fondazione a costruire per i nostri 'ragazzi' delle nuove case più comode, accoglienti e moderne sia a San Miniato, inaugurata nel 2018, sia a Marina di Pisa che andremo ad inaugurare prossimamente. Quello di Marina è un progetto iniziato nel 2013 e conclusosi, dopo aver superato non pochi ostacoli, col trasferimento di domenica. Un grazie a Graziella Bertini per il supporto indispensabile recato a questa impresa".

Il complesso di Marina di Pisa è stato realizzato con un investimento della Fondazione di 6 milioni e mezzo di euro (di cui 1 milione donato proprio da Mario Marianelli e utilizzato per l’acquisto della ex Colonia) e tra le novità, da segnalare i nuovi ambulatori con accesso separato, che tra poco apriranno per ospitare le attività per la diagnosi e il trattamento precoce dell’autismo ai bambini in tenera età. Il progetto di Marina di Pisa rientra nel Piano di sviluppo varato dalla Stella Maris, che comprende anche Casa Verde, il Centro diurno La Scala di San Miniato e il Nuovo Ospedale di Pisa. Il Presidio Riabilitativo ha sede nell’ex Villa Giotto (questo il nome originario) a Marina di Pisa e ospita le attuali strutture di Montalto di Fauglia della Fondazione Stella Maris, ovvero la Residenza sanitaria assistenziale per disabili (RSD) e l’Istituto di riabilitazione (IRM). Si tratta complessivamente di 54 posti letto a ciclo continuativo ed 8 a ciclo diurno. Il complesso ha elevati standard di accoglienza e dispone di più ampi e migliorati spazi per la riabilitazione e l’assistenza alle persone con disabilità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Fondazione Stella Maris festeggia l'apertura del presidio riabilitativo di Marina di Pisa

PisaToday è in caricamento