Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca

Appalto pulizie degli uffici comunali: "Impegni ancora disattesi"

Il Sindacato Generale di Base scrive una lettera aperta all'amministrazione chiedendo di intervenire

"Vogliamo ricordare all'amministrazione gli impegni assunti che al momento sono stati disattesi". Federico Giusti e Daniela Bosco del Sindacato Generale di Base tornano a scrivere per chiedere al Comune di intervenire sull'appalto delle pulizie degli uffici comunali, mobilitazione che denuncia il possibile taglio salariale a danno degli impiegati

"Un mese e mezzo fa - ripercorrono i sindacalisti - ci siamo incontrati ottenendo l'impegno da parte del Comune di rivedere le superfici di pulizie attraverso una ricognizione commissionata agli uffici competenti. Questa ricognizione, atta ad accrescere le superfici interessate all'appalto che dall'analisi del sindacato risultavano sotto dimensionate, è da settimane conclusa ma gli esiti restano ignoti". Sarebbero poi "senza risposta i quesiti inerenti le aree escluse dalle pulizie come Ospedaletto, aree annoverate come magazzino quando invece risultano ben più utilizzate".

"Una delle due ditte - aggiungono - ha ridotto sensibilmente il numero delle ore, ad oggi l'Ati non ha rimesso mano ai contratti individuali anche se le ore mancanti potrebbero essere così numerose da consumare tutte le ferie e i permessi delle lavoratrici. Non si capisce i comportamenti antitetici delle due ditte facente parte dell'Ati, le conseguenze sono comunque a tutti note, basta vedere lo stato in cui versano alcuni immobili comunali. Cosa intende fare l'amministrazione per garantire decoro, igiene e pulizia nei luoghi di lavoro?".

Quindi la richiesta a Palazzo Gambacorti: "In materia di orari il sindaco si era detto disponibile ad andare incontro ad alcune esigenze e richieste, ma ad oggi nulla è stato fatto. Alla luce di queste considerazioni si chiede: di conoscere l'esito della revisione opera in materia di superfici; le decisioni assunte e gli indirizzi dati agli uffici competenti a tutela delle lavoratrici delle pulizie; quali saranno gli interventi sull'Ati, associazione temporanea di impresa aggiudicatrice dell'appalto; se le decisioni inerenti l'incremento della spesa, assunte provvisoriamente fino a dicembre 2019, saranno reiterate e stabilizzate per il 2019; se la disponibilità a nuovi orari da parte del sindaco avrà riscontri pratici a partire dal corrente mese".

.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Appalto pulizie degli uffici comunali: "Impegni ancora disattesi"

PisaToday è in caricamento