rotate-mobile
Domenica, 16 Giugno 2024
Cronaca

La città pronta a cambiare volto: assegnate quattro riqualificazioni con i fondi Pnrr

Aggiudicati i lavori per il Parco della Cittadella, la nuova piscina comunale, l'ex chiesa della Qualquonia e le mura agli Arsenali Repubblicani

Procedono, come da cronoprogramma, le procedure delle gare Pnrr per l’assegnazione dei lavori. Si sono concluse, infatti, in questi giorni quattro gare con l’aggiudicazione di importanti interventi che fanno parte del Bando Pnrr destinato ai Comuni per la rigenerazione urbana per gli anni 2021-26: la riqualificazione del Parco Urbano e Archeologico della Cittadella, la nuova Piscina Comunale, l’intervento di recupero della ex Chiesa di Qualquonia e il restauro delle mura urbane limitrofe al Parco degli Arsenali Repubblicani e Cittadella Galileiana.

"Ringrazio gli uffici - dichiara il sindaco Michele Conti - per il grande lavoro che stanno portando avanti per mettere a terra i fondi Pnrr che il Comune di Pisa è stato in grado di intercettare. Pisa è la seconda città capoluogo in Toscana per numero di risorse ottenute con 42 progetti presentati e 67 milioni di euro ottenuti. In questi cinque anni abbiamo avviato e concluso molte opere e questa capacità politico-amministrativa ci consentirà di proseguire in futuro e portare a termine i progetti messi in cantiere che cambieranno il volto della città. A Pisa infatti stiamo vivendo un momento di grande trasformazione in cui alle grandi opere in via di conclusione si sovrappone l’avvio dei nuovi cantieri finanziati dal Pnrr che devono rispettare tempi stretti di attuazione. Ci aspettano anni impegnativi e un lavoro importante da portare avanti, ma abbiamo già dimostrato di saper farci carico di grandi responsabilità e sfide che ci porteranno a cambiare ancora in meglio la nostra città".

"Le quattro aggiudicazioni di gare Pnrr sono bellissime notizie per la città di Pisa - commenta il vicesindaco con delega ai lavori pubblici Raffaele Latrofa - che vanno in netta controtendenza con gli annunci allarmistici e irresponsabili di coloro che evidentemente tifano contro la nostra città. Dopo l’ottimo lavoro di progettazione per intercettare i fondi Pnrr, adesso stiamo portando avanti la fase procedurale ed esecutiva dei lavori. Ringrazio la struttura tecnico amministrativa del Comune che sta portando avanti un lavoro intenso che non si è mai fermato, neanche durante il periodo elettorale, per poter rispettare il cronoprogramma previsto dai fondi Pnrr e arrivare in tempo alla realizzazione delle opere. A Pisa come sempre, come nei 5 anni passati, i risultati si vedono e sono sotto gli occhi di tutti i cittadini, come dimostreranno anche questa volta i cantieri che partiranno nei prossimi mesi".

Per l’intervento di riqualificazione del Parco Urbano della Cittadella, per un importo di circa 7 milioni di euro, si è conclusa la procedura di gara con aggiudicazione definitiva, i lavori saranno appaltati entro il 31 luglio e avranno inizio a settembre 2023. L’intervento prevede la realizzazione di un’area a verde con percorsi pedonali, recupero della presenza dell’acqua in considerazione dei temi storici collegati agli Arsenali Repubblicani e recupero delle vestigia archeologiche presenti. Il progetto prevede molteplici funzioni: sarà realizzata un’area a verde pubblico dedicata alla fruizione collettiva soprattutto di bambini e famiglie, attrezzata come parco giochi accessibile e inclusivo per bambini dotato di gazebi verdi attrezzati; verrà creata un’arena all’aperto per le manifestazioni pubbliche, concerti temporanei, aula didattica all’aperto per le scuole primarie della città con agibilità fino a 400 persone.

Sarà inoltre realizzata una struttura ricettiva con funzioni di ristorante per dare piena fruibilità all’intera area in considerazione anche della presenza degli Arsenali Repubblicani. Sarà creata un’area archeologica con finalità didattiche e informative per la valorizzazione dell’offerta turistica. L’intera area sarà completamente accessibile per tutti gli utilizzatori mediante percorsi pedonali senza barriere architettoniche e percorsi ciclabili. L’area a verde rimarrà immersa nelle piantumazioni esistenti e ne saranno aggiunte altre di nuovo impianto, con un sistema di vegetazione arbustiva che ripropone il ciclo delle stagioni.

Anche per la nuova piscina comunale è stata decretata nei giorni scorsi l’aggiudicazione efficace della gara al termine delle verifiche previste dalla normativa. In questo caso si tratta di un appalto integrato, in cui il soggetto risultato vincitore della gara deve elaborare il progetto esecutivo dell’intervento, che dovrà poi essere validato dall’amministrazione comunale, sulla base del progetto di fattibilità posto a base di gara. L’intervento è finanziato per un importo di 5,150 milioni di euro. L’avvio dei lavori è previsto per la fine del 2023, per una durata stimata di circa 20 mesi.

La nuova piscina avrà una vasca principale da 25 metri con 8 corsie, una vasca più piccola dedicata al relax e ai bambini, e potrà ospitare partite di pallanuoto. La struttura verrà costruita ex-novo nell’area sportiva di Barbaricina in un’area attualmente caratterizzata da terreno incolto che si trova vicino all’attuale piscina. Quest’ultima continuerà ad essere in funzione fino a che non sarà pronto il nuovo impianto e manterrà anche in seguito l’attuale destinazione ad uso sportivo. Oltre al nuovo impianto sportivo, mirato a dotare la città di Pisa di un nuovo centro natatorio in grado di soddisfare le esigenze della comunità cittadina, è prevista la realizzazione di una serie di interventi di rigenerazione urbana volti a migliorare gli spazi pubblici esterni con la progettazione di parcheggi e verde urbano a contorno, che verranno eseguiti con risorse comunali in contemporanea alla realizzazione della struttura.

Aggiudicato in questi giorni anche l’intervento di restauro della ex Chiesa della Qualquonia per un importo di 900mila euro. I lavori saranno appaltati entro il 31 luglio e avranno inizio a settembre 2023. L’intervento consiste nel restauro e recupero dell’ex chiesa della Qualquonia, limitrofa al complesso di San Paolo a Ripa d’Arno, per destinarla ad attività culturali ed espositive, rendendola disponibile alla cittadinanza e inserendola nel circuito della fruizione turistica.

Aggiudicati, infine, i lavori per il restauro delle mura urbane alla Cittadella Galileiana e il Parco degli Arsenali Repubblicani per un importo di 2,5 milioni. I lavori saranno appaltati entro il 31 luglio e avranno inizio a settembre 2023. L’intervento complessivo si compone di quattro interventi di recupero e restauro riguardanti le Mura cittadine, più precisamente riguardanti il tratto di Mura di via Nino Pisano, il Bastione San Giorgio, il tratto di Mura in prossimità della Terzanaia. Il restauro riguarda il tratto di mura comprese fra la piazzetta largo Spadoni, fino al bastione di San Giorgio, lambendo le aree dei vecchi macelli, delle stallette e della cittadella.

Il tratto coinvolge aree di importanza strategica per la città, per le destinazioni previste e per il possibile sviluppo futuro. Il restauro sarà svolto secondo il protocollo operativo utilizzato per l’intervento realizzato su tutto il circuito del complesso monumentale. Nell’area Ex Macelli – Stallette, in particolare si prevede di recuperare la funzionalità della Torre per il suo utilizzo a scopo turistico-commerciale e il ripristino del camminamento in quota, raggiungibile attraverso scala ed ascensore collocati in un edificio adiacente alle Mura. Anche il Bastione di San Giorgio, punto di incrocio dei tratti murati della cittadella, sarà restaurato e recuperato per servizi alla città e quale punto di accesso alla grande area.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La città pronta a cambiare volto: assegnate quattro riqualificazioni con i fondi Pnrr

PisaToday è in caricamento