Cronaca

Approvato dalla Giunta comunale di Pisa il piano triennale di prevenzione della corruzione

Chiofalo: “Un atto concreto, scaturito da un lungo processo di partecipazione, che contiene linee guida e sistemi di formazione e monitoraggio”

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

 La Giunta del Comune di Pisa lo ha approvato pochi giorni fa ma la sua elaborazione è stata frutto di un lungo lavoro di partecipazione che ha visto coinvolti cittadini e associazioni.

Si tratta del Piano triennale di prevenzione della corruzione, introdotto dalla legge “anticorruzione” 190/2012, ed è lo strumento di programmazione attraverso il quale le Pubbliche Amministrazioni devono prevedere azioni e interventi efficaci nel contrasto ai fenomeni di corruzione che riguardano l’organizzazione e l'attività amministrativa dell’ente. Il Piano è proposto dal Responsabile della prevenzione della corruzione, figura di nuova introduzione, nominata dal Sindaco.

Potrebbe sembrare un documento teorico ma i dati da cui si parte sono molto reali e sottolineano anche la nostra città non sia immune da fenomeni di infiltrazione e corruzione.

Secondo il rapporto 2013 redatto dalla Fondazione Caponnetto nella Provincia di Pisa esistono 17 gruppi criminali mafiosi (10 clan della camorra, 5 della criminalità organizzata siciliana, 2 della ‘ndrangheta); 24 sono gli episodi di criminalità organizzata da cui sono scaturite altrettante operazioni delle forze dell’ordine e 2 i beni confiscati ( tra i quali ricordiamo l’edicola ora gestita da Libera).

In attuazione delle norme di legge e delle linee guida del Piano Nazionale Anticorruzione, il Comune di Pisa,ha preparato il proprio schema di Piano di Prevenzione della Corruzione per il triennio 2014-2016 che realizza le linee guida già predisposte ed approvate nel 2013.

Non si tratta di un prodotto finito “chiavi in mano”, ma di uno strumento di lavoro dinamico.

All’interno del Piano è stato inserito anche il Codice di Comportamento dei dipendenti.

Il piano, come previsto dalla legge, deve:

1.   individuare le attività nell’ambito delle quali è più elevato il rischio di corruzione;

2.   prevedere meccanismi di formazione, attuazione e controllo delle decisioni idonei a prevenire il rischio di corruzione;

3.   monitorare il rispetto dei termini previsti dalla legge o dai regolamenti, per la conclusione dei procedimenti;

4.   monitorare i rapporti tra il Comune e i soggetti che con lo stesso stipulano contratti o che sono interessati a procedimenti di autorizzazione, concessione o erogazione di vantaggi economici di qualunque genere,

5.   individuare ulteriori obblighi di trasparenza, rispetto a quelli previsti dalle disposizioni di legge.

Per la definitiva approvazione del documento, l’Amministrazione ha deciso di avviare un percorso partecipato con una consultazione pubblica sul testo. Sono stati organizzati numerosi incontri pubblici rivolti ai cittadini e alle cittadine, in forma singola o associata, durante i quali il Responsabile Anticorruzione, il Segretario Generale d.ssa Angela Nobile, e l’Assessora alla legalità ed alle iniziative di contrasto alla corruzione nella P.A. e Carta di Pisa, , d.ssa Maria Luisa Chiofalo, hanno presentato il Piano, illustrandone finalità e contenuti.

Nell’ottica della massima trasparenza e partecipazione, tutto il materiale è stato messo a disposizione della cittadinanza sulla rete civica all’indirizzo https://www.comune.pisa.it/it/ufficio-scheda/14089/trasperenza-e-prevenzione-della-corruzione-.html . E’ stato creato un apposito indirizzo e-mail (anticorruzione@comune.pisa.it) per consentire a chiunque fosse interessato di dialogare con l’Amministrazione sul tema della legalità.

Alla conferenza stampa  erano presenti l’Assessora Marilù Chiofalo, il direttore generale del Comune di Pisa Angela Nobile, e le presidenti della 3° e 4° commissione consiliare Alessandra Mazziotti e Rita Mariotti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Approvato dalla Giunta comunale di Pisa il piano triennale di prevenzione della corruzione

PisaToday è in caricamento