Cronaca La Cella / Via Giuseppe Saragat

Società della Salute, approvato il bilancio di esercizio 2020

La direttrice Ghilli: “Il Covid-19 ci ha obbligato a rimodulare alcuni servizi per supportare gli utenti, ma abbiamo mantenuto l’equilibrio economico-finanziario”

Oltre diciannove milioni di euro in servizi e progetti socio-sanitari e sociali nell’anno della pandemia. Si chiude in pareggio il bilancio d’esercizio 2020 della Società della Salute della Zona Pisana approvato stamani all’unanimità dall’assemblea dei soci dell’ente di via Saragat. Assolutamente in linea con le indicazioni del bilancio di previsione, nonostante Covid 19 che ha obbligato a “rimodulare o riorganizzare alcuni servizi garantendo un supporto all’utenza ma anche la sostenibilità per i soggetti affidatati che hanno potuto mantenere, seppure in forma ridotta, le attività, senza ricorrere agli ammortizzatori sociali” ha spiegato la direttrice della SdS Pisana Sabina Ghilli. “Pur mantenendo il necessario equilibrio economico-finanziario - ha aggiunto la presidente Gianna Gambaccini - abbiamo potenziato significativamente gli interventi nel settore del disagio sociale con particolare riferimento alle misure messe in campo per contrastare le conseguenze economiche e sociali della pandemia”.

E’ stata proprio l’emergenza sanitaria a rendere necessaria qualche significativa modifica rispetto al bilancio di previsione grazie anche ai finanziamenti provenienti dalla Regione Toscana: 156mila euro, infatti, sono stati destinati alla spesa a domicilio, 277mila per gli interventi necessari alla riapertura delle strutture semiresidenziali per disabili (incluse le spese per sterilizzazione, acquisto dei dispositivi di protezione individuale e strumenti diagnostici), 110 mila per il potenziamento dell’assistenza domiciliare e 35mila per favorire la comunicazione fra gli ospiti delle Rsa e i loro familiari.

A bilancio formalmente non ci sono le risorse dei fondi per la non autosufficienza e Vita Indipendente (complessivamente quasi 3,4 milioni di euro) che, ormai da tre anni, vengono trasferiti direttamente dalla Regione alle aziende sanitarie e che per la Zona Pisana sono erogati (e contabilizzati a bilancio) dall’Asl Nord Ovest, ma con vincolo di utilizzo secondo quanto determinato dalla SdS Pisana.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Società della Salute, approvato il bilancio di esercizio 2020

PisaToday è in caricamento