Cronaca

Province e nuovi capoluoghi? "Un pasticcio del Governo"

Il sindaco di Pisa Marco Filippeschi ha dichiarato di sostenere il progetto Aree vaste proposto dal presidente della regione Rossi, ma di volere più garanzie sulla scelta dei futuri capoluoghi

Nuove province,capoluoghi e aree vaste: il dilemma toscano continua e le preoccupazioni sul futuro di Pisa anche. Sull'argomento il sindaco Marco Filippeschi ha espresso i suoi dubbi, durante una riunione della maggioranza di centrosinistra in comune. Il primo cittadino pisano continua a sostenere il progetto Aree vaste proposto da Enrico Rossi, ma vuole più certezze riguardo alla scelta del futuro capoluogo. Il presidente della Toscana aveva proposto Pisa come capoluogo dell'area costiera ma ad oggi i criteri del Governo favoriscono il comune con più abitanti.

"Il Governo ha fatto un pasticcio che chiede cambiamenti - spiega Filippeschi - Siamo per le aree vaste, ma vogliamo un confronto anche sui capoluogo: i criteri di scelta imposti dalla legge di riordino della province sono sbagliati perché parzialissimi. Ne ho parlato anche con il ministro Patroni Griffi rappresentando sofferenze presenti in molte altre regioni. La Toscana può dire la sua anche in questo caso". 

"Vogliamo rappresentare le istanze del territorio - ha aggiunto Filippeschi - e far valere positivamente, non contro qualcuno, i dati che danno a Pisa un'oggettiva centralità nell'area vasta costiera. Tutti riconoscono che senza le funzioni metropolitane che offre la nostra città la Toscana Costiera avrebbe poco senso. Sono una ricchezza per tutti, conviene non mortificarla. L'interesse di una comunità molto grande deve essere fatto valere da tutti, senza divisioni politiche com'é stato fino a oggi, con il coinvolgimento di tutte le forze sociali".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Province e nuovi capoluoghi? "Un pasticcio del Governo"

PisaToday è in caricamento